Sab 28 Mag 2022
spot_img
HomePoliticaRende: Provinciali ago della bilancia per...

Rende: Provinciali ago della bilancia per gli accordi elettorali?

Domani, entro le ore 12, dovranno essere consegnate ufficialmente le liste che gareggeranno alla composizione del Consiglio provinciale.

Una data importante anche per la politica rendese che è attenta alle dinamiche in atto.

Le provinciali, infatti, sono ritenute dagli addetti ai lavori ago della bilancia anche per le amministrative. Il motivo è presto detto. Partiamo dal sindaco Manna: il primo cittadino aveva, ad esempio, convocato una conferenza stampa per ieri mattina alle 9 per annunciare ai giornalisti – ed alla città – i candidati rendesi che la “sua” maggioranza avrebbe appoggiato per le elezioni di piazza XV marzo. Conferenza stampa che però è “saltata” perché, giustappunto, non si è trovata la quadra all’interno della coalizione del sindaco stesso. Due i nodi da sciogliere, per intenderci. Quello di Franchino De Rango e quello di Andrea Cuzzocrea che, con i loro voti ( insieme a Verre), sorreggono le sorti comunali, nel Consiglio. Uno dei due deve farsi da parte. Già, ma chi? Manna voleva mettere “spalle al muro” entrambi, nel corso di una conferenza pubblica, per far annunciare la scelta per la Provincia ed al tempo stesso ancorarli alla prossima campagna elettorale per il Comune.

Franchino De Rango pare non sia stato convinto a partecipare; anzi lo stesso – dicono – pare stia “giocando”su più tavoli con la candidatura, eventualmente, già pronta se dovesse saltare quella con la maggioranza di Manna, con la lista di Orlandino Greco.

Cuzzocrea invece sembrerebbe puntare più sulle regionali. In piedi, invece, il candidato di Forza Italia, Eugenio Aceto che, in accordo col partito, ha raggiunto una sorta di “do ut des” con i colleghi della maggioranza. “Voi votate me alla Provincia e Forza Italia scioglie le riserve per Manna alle amministrative”, questa la sintesi. Parola più parola meno.

Non a caso, infatti, ha rinunciato alla corsa uno dei consiglieri più vicini al sindaco Manna, Gaetano Morrone, espressione tra l’altro del Laboratorio civico, proprio per andare incontro a queste “esigenze” elettorali. Ad ogni modo, ed a testimonianza di quanto scritto, già martedì mattina il sindaco Manna vuole tornare alla carica e riconvocare la conferenza stampa. “E’ chiaro che non parleremo solo di elezioni provinciali. Voglio al mio fianco anche chi, in queste settimane, sta lavorando alla costruzione delle liste per il municipio”, ci riferisce il primo cittadino. Hanno già dato la loro adesione “Progetto democratico” di Vivona, Totera e company. E l’ex assessore Vincenzo Pezzi con la “sua” associazione.

E le altre forze? Principe ed i riformisti rendesi a breve annunceranno il loro candidato sindaco. Probabilmente già mercoledì. Tre i nomi usciti fuori da una specie di “primaria” interna al gruppo: Alessandro De Rango, Anna Taverna e Cesare Loizzo. Da escludere, con ogni probabilità, la corsa di un consigliere comunale per le provinciali. Stesso discorso per l’accoppiata “De Rose –Petrassi” e per le altre forze politiche. Il partito di Gentile, infine, dovrebbe puntare ancora una volta su Mario Bartucci, attuale vicepresidente della Provincia. Ancora poche ore, dunque. Poi si darà il via alla partita “nella” partita. Questa volta tutta interna alle istituzioni.