Ritorna a Cosenza i “Cinque sensi di marcia”

8

Dal rione “Castagna” alla “Massa”, tra spiritualità e tradizione. E’ il titolo prescelto per il nuovo appuntamento con “Cinque sensi di marcia”, l’ormai consolidata iniziativa di trekking urbano, promossa dall’Assessorato al Turismo e al marketing territoriale guidato da Rosaria Succurro, in collaborazione con l’Associazione APT “Città di Cosenza” e in programma domani, sabato 30 marzo. L’itinerario condurrà i partecipanti alla riscoperta del basso centro storico, in prossimità del fiume Crati. Tappa iniziale del percorso, piazza Luigi Cribari (Piazza Spirito Santo) dove è fissato il raduno, alle ore 15,30. Da qui prenderà il via una breve passeggiata nello storico quartiere della Castagna fino a raggiungere, nelle vicinanze, il Teatro “Officina delle Arti” che sorge dove un tempo era collocata la prima centrale di produzione elettrica della città. Un ambiente suggestivo e ricco di flusso creativo che scaturisce dall’attività teatrale ma anche da eventi a tema, corsi e momenti d’aggregazione. Si attraverserà, subito dopo, il Ponte di San Lorenzo fino a raggiungere il quartiere della “Massa” dove si visiterà la Casa Madre dell’Istituto e Curia Generale delle Suore Minime della Passione. I partecipanti a “Cinque sensi di marcia” saranno condotti in un itinerario alla scoperta della carismatica figura della Beata Suor Elena Aiello. La salma della venerabile Madre Elena è, infatti, custodita nella chiesetta dell’istituto ed è meta di continui pellegrinaggi. Tappa successiva, l’ara del Fratelli Bandiera che ricorda il sacrificio dei due eroi risorgimentali fucilati nel Vallone di Rovito il 25 luglio del 1844. L’itinerario di trekking urbano di sabato 30 marzo sarà concluso da una visita al Complesso Monumentale di S. Agostino con la Chiesa cinquecentesca, a destra della quale si accede al bellissimo chiostro, sede del Museo dei Brettii e degli Enotri. “Il crescente gradimento che anche quest’anno sta accompagnando Cinque sensi di marcia – sottolinea l’Assessore Rosaria Succurro – ci induce a ripercorrere le tappe significative che hanno contrassegnato le nostre radici e la nostra storia avendo come obiettivo la promozione del territorio, la sua valorizzazione e la conoscenza dei luoghi della parte antica della città, da quelli più visibili a quelli più nascosti”.
Le prenotazioni per partecipare al percorso si raccolgono al punto informativo di Piazza XI Settembre o presso l’Ufficio Turismo di San Domenico,oppure telefonando al numero 328.1754422 o inviando una mail all’indirizzo info@cosenzaturismo.it . L’iniziativa è completamente gratuita.

Pubblicità