Home Attualità Economia Multe e tasse locali, arriva il...

Multe e tasse locali, arriva il condono. La decisione spetta agli amministratori locali

Buone notizie dal mondo dell’economia. A riportarle il quotidiano economico “Il Sole 24 ore”. Il giornalista Marco Mobili traccia un quadro ben definito sul prossimo futuro economico di chi ha sul groppone multe auto, Imu, Irap, Tasi, ma anche tassa rifiuti, Tosap e Cosap da pagare.

Si tratta del nuovo condono che regioni, comuni, province e città metropolitane potranno attivare per consentire ai cittadini di rottamare le ingiunzioni di pagamento che gli sono state recapitate dalle amministrazioni locali dal 2000 al 2017. Nello schema di decreto legge crescita, approdato all’esame tecnico del pre consiglio dei ministri è stato inserito l’articolo «Estensione della definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali».

Si paga il dovuto senza sanzioni e interessi
La disposizione riguarda i provvedimenti di ingiunzione o ruoli, notificati negli anni dal 2000 al 2017. Si pagherà l’importo dovuto senza sanzioni e interessi. Nello schema di decreto la rottamazione delle cartelle viene estesa anche a regioni, province, città metropolitane e comuni. La definizione agevolata delle entrate, già prevista per l’erario, viene quindi estesa anche agli enti territoriali. Nel dettaglio la relazione illustrativa allo schema di decreto spiega che la norma «introduce la possibilità per gli enti territoriali di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate, anche tributarie, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale, stabilendo l’esclusione delle sanzioni».

Gli amministratori locali decideranno se aderire o meno
Sarà comunque lasciato alla piena autonomia degli amministratori locali la possibilità di rottamare i crediti maturati nei confronti dei propri cittadini. La delibera dovrà arrivare nei 60 giorni successivi all’approvazione del decreto legge sulla crescita. Con lo stesso atto saranno fissati criteri, modalità e tempi per la presentazione delle istanze di adesione e relative modalità di pagamento per definire in via agevolata i debiti fiscali e non maturati nei confronti dell’amministrazione locale.