Dom 29 Mag 2022
spot_img
HomeAttualitàCentro incontro anziani di Rende, interviene...

Centro incontro anziani di Rende, interviene Francesco Midulla

Francesco Midulla solleva una questione “dolorosa” che attiene alla città di Rende, il centro incontro anziani.

Midulla fa sapere che il 25 gennaio 2019 si è tenuto il secondo consiglio straordinario sull’importante struttura e l’assessore Artese ha giustificato la non presenza del gestore vincitore del bando evidenziando che non era stato ancora firmata la convenzione tra il comune di Rende e l’associazione Onlus con Paola, (infatti sugli atti ufficiali pubblicati sull’albo pretorio dell’ente si continua a richiamare la determina n335 del 6/12/2017) e quindi per questo motivo il gestore attuale non aveva facoltà di spiegare ai consiglieri di minoranza che hanno inteso chiedere il consiglio comunale e agli ex dipendenti e alla città quali fossero le iniziative tese ad un rilancio occupazionale e gestionale della struttura. Ad oggi, purtroppo, è d’obbligo constatare, sottolinea Midulla,  che sull’albo pretorio del comune non c’è traccia della stipula del contratto. Bisogna ricordare all’assessore Artese che finché non si firma il contratto il comune di Rende non può  incassare i circa €10,500 mensili del canone di locazione e visto che il bando di gara si è  concluso nel mese di settembre 2018, dopo circa 7 mesi per un comune in predissesto finanziario che ha privatizzato un servizio sbandierando e giustificando tale azione con la mancanza di soldi pubblici, sarebbe un bel danno finanziario e uno schiaffo, l’ennesimo, a chi con  quel servizio portava avanti la propria famiglia.