Sab 28 Mag 2022
spot_img
HomePoliticaVincenzo Sofo a Taurianova

Vincenzo Sofo a Taurianova

Domenica 28 aprile alle 14 e 30 sarà inaugurata, alla presenza di Vincenzo Sofo, candidato alle Europee per la Lega nel collegio meridionale, la sede Territoriale per la Piana di Gioia Tauro e della zona Tirrenica del suo Comitato Elettorale, sita in via XX settembre, n. 43. Vincenzo Sofo torna nel suo Sud per rappresentare una nuova Lega, nata dopo il commissariamento voluto da Matteo Salvini, che ha azzerato tutte le cariche regionali e provinciali dando vita alla rinascita del partito. Sarà presente il referente di zona del Comitato Elettorale, Nino Spirlì, scrittore e giornalista, che con Sofo condivide percorsi culturali dinamici. «Sono felice di inaugurare insieme con Vincenzo la segreteria politica – ha confidato Spirlì – che sarà riferimento per tutti i paesi della Piana e di tutta la zona tirrenica. Vincenzo – ha rimarcato – mi è caro anche perché condividiamo non solo ideali politici, ma un amore smisurato per i beni artistici, culturali e identitari della nostra Calabria con percorsi concreti di valorizzazione su più fronti. Una nuova lega al Sud e in particolare in Calabria, dunque, con Vincenzo Sofo, sangue 100% calabrese. «La mia candidatura alle Europee” – ha affermato in questi giorni Sofo – servirà a portare a Bruxelles la voce di una terra, quella meridionale e calabrese, che più di tutte ha subito e sta subendo le storture delle politiche comunitarie. Una terra fatta di borghi e paesi desertificati dalla ripresa massiccia dell’emigrazione giovanile e abitati da un numero sempre maggiore di immigrati: l’immagine più vera di una politica migratoria che esporta cervelli ed importa braccia. Queste elezioni europee dimostreranno che il futuro del Meridione non è ancora scritto e che è possibile uscire da questa crisi, rilanciando l’economia e lo sviluppo anche delle aree più depresse, con persone nuove a Bruxelles, vicine al popolo ma anche capaci di dare voce e forza al territorio nelle istituzioni». Queste le parole di Vincenzo Sofo, dopo la sua candidatura al Sud, in Calabria anche perché è la regione dei suoi genitori, dei suoi nonni e dei suoi avi. «Ma – come ha rimarcato a più riprese – è anche una delle terre in cui si sono forgiate la civiltà italiana ed europea, in cui resistono ancora le tradizioni popolari e la famiglia è ancora il nucleo fondante della società: è per questi motivi che una forza identitaria, valoriare e sovranista come la Lega ha deciso di ripartire da qui, dalla Calabria, la propria sfida all’Europa di Bruxelles».