Lun 2 Ago 2021
Advertising
Home Attualità Rende: Commenda e quei monumenti al...

Rende: Commenda e quei monumenti al degrado che nessuno vuol vedere da troppi anni

Parliamo di Commenda, a detta di molti il cuore, il centro del centro di Rende “nuova”.
Anche Commenda soffre di un certo decadimento, di una frequentazione scarna durante il giorno e quasi totalmente assente nelle ore serali. Che non bastasse rifare un nuovo  look alle sue piazzette per riuscire anche  tornare ad essere il luogo di incontro per eccellenza e dare alle attività  commerciali ed ai residenti il vantaggio di trovarsi in pieno centro era chiaro a tutti.
Ha perso qualcosa Commenda in questi anni, non ci sono più studenti (tutti deportati a Quattromiglia, non ci sono più tanti ragazzi a frequentarla, ma in prevalenza persone di una certa età che sostano per poco  in una piazza per loro poco ospitale con poca ombra e pochi posti per sedersi comodamente.
Poi c’è quello che resta della ex scuola Stancati di Via Pellico, che pare ormai un monumento al degrado e all’abbandono di cui soffre Commenda senza che nessuno se ne curi da molti anni e inutili sono state le nostre richieste di intervento e di riqualificazione.
Una condizione intollerabile e grave almeno quanto l’altro monumento alla trascuratezza costituito da quel  palazzo disabitato, transennato da diversi anni che fa angolo tra Via F.lli Bandiera e Via Menotti, che è un’altra prova che chi amministra non vede spesso altro che ciò che a lui interessa e non si rende conto di quanto possa risultare a molti intollerabile vedere Commenda in questo stato.
Bisogna innanzi tutto rimuovere questi obbrobri, restituire pulizia ordine e decoro a Commenda, poi riconoscere la sua centralità attribuendole una funzione non solo per i residenti ma per tutti i rendesi e soprattutto per le attività commerciali che insistono nella zona. Commenda può tornare ad essere un piccolo centro se fosse destinata ad ospitare iniziative diverse nel suo salotto buono, e non soltanto il mercatino della frutta il sabato mattina.
La “piazzetta” di Commenda come la chiamavamo da ragazzi era un luogo di ritrovo e, alcune attività erano un riferimento in città, oggi lo è molto meno, ma ha tutte le caratteristiche per tornare ad esserlo, basta avere idea di cosa sia un centro, per le attività ed i residenti, che di periferie c’è ne sono gia’ troppe a Rende.
Ma a chi dovrebbero affidare le speranze i rendesi anche quelli di Commenda, ai nuovi di prima o ai nuovi di sempre che  in qualche modo, hanno governato tutti negli ultimi 20 anni?