Ven 9 Dic 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàCulturaL'IC di Cerisano protagonista in due...

L’IC di Cerisano protagonista in due concorsi letterari nazionali

Risultati importanti per le alunne dell’IC di Cerisano che hanno partecipato a due concorsi letterari nazionali ottenendo riconoscimenti meritori e diritto di pubblicazione per i quattro testi. Si tratta del Concorso nazionale letterario indetto dall’Accademia degli Oscuri e del “Raccontar…Scrivendo” indetto dalla Casetta degli Artisti di Recanati, concorso ispirato al grande Giacomo Leopardi.

Le alunne sono Laura Pellegrino con il testo “Il cambiamento”, Francesca Santelli con il testo “Il sogno di Jack” e Giada Francesca Celebre con il suo “Le principesse della Valle delle Rose”. Sabato scorso le premiazioni, i testi saranno pubblicati nella raccolta antologica a cura dell’Accademia. Il concorso, noto in Italia, vede la partecipazione di molte scuole e tanti testi. Il premio si pone la finalità di stimolare studentesse e studenti ad apprezzare il mondo della lettura e della scrittura, promuovere l’espressione scritta in forma libera e autentica, vivendola come un’opportunità per valorizzare la ricchezza interiore di ciascuno, le esperienze, le molteplici sensibilità, le diverse realtà geografiche e socio-culturali. da cui gli elaborati perverranno. Il tema di quest’anno, “Ab umbra lumen” (Dall’ombra la luce) è il motto che caratterizza l’Accademia dal 1760.

La traccia ha orientato intenzionalmente ampie possibilità di interpretazione ed espressione, per garantire autenticità ed effettiva rispondenza alle molteplici realtà e ai diversi modi di “sentire” che si sono rispecchiati nei testi.

Il secondo concorso è il Concorso Letterario Nazionale ideato 9 anni fa dall’Associazione La Casetta degli Artisti – Recanati e l’alunna meritevole che ha conseguito un brillante risultato è Martina Sicilia di VB. L’idea alla base è quella di aprire “un dialogo” tra i giovani e il poeta Giacomo Leopardi, considerandolo un ragazzo dei nostri tempi con il quale condividere e/o dibattere pensieri, desideri, aspirazioni.

Soddisfazione enorme, ovviamente, da parte di tutte le insegnanti e della prof Giulia Falcone che ha accompagnato le alunne.