Calabria, Campania e Sicilia collegate da un fiume di droga

operazione “Blacksmith” traffico droga
operazione “Blacksmith” traffico droga
Pubblicità

Prosegue senza sosta il lavoro della Polizia dedito al contrasto dello spaccio di droga. L’ultima operazione degli agenti, denominata “Blacksmith”, ha consentito di disarticolare una vasta rete di trafficanti di stupefacenti che inondava di droga, proveniente da Calabria e dalla Campania, tutta la Sicilia. Diciannove le misure cautelari disposte dal gip di Palermo, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia ed eseguite dalla Squadra mobile di Palermo. Ricostruiti i ruoli e le figure di riferimento per le spedizioni, lo stoccaggio ed il pagamento della droga. Svelata anche una fitta rete di attività a supporto logistico da parte di alcuni membri che si occupavano di dare assistenza ai promotori dell’associazione e di provvedere anche alle esigenze abitative di corrieri e fornitori dello stupefacente. L’operazione “Blacksmith” nasce da una precedente indagine della Squadra Mobile, condotta nel 2016, che aveva portato alla luce una vasta attività di importazione di cocaina dal Sud America e dalla Calabria, destinata a rifornire le piazze di spaccio palermitane. Con lo stesso provvedimento è stato disposto anche il sequestro di alcune attività commerciali riconducibili a componenti dell’organizzazione.

Pubblicità