Home Cronaca Prestazioni diagnostiche rimborsate due volte, nei...

Prestazioni diagnostiche rimborsate due volte, nei guai studio radiologico

Ci sono case, terreni, ville, auto, tra i beni mobili e immobili, sequestrati dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria. Il valore complessivo che ammonta ad oltre 4 milioni di euro, è stato disposto dalla Procura della Repubblica, al rappresentante legale di una clinica privata di Siderno (RC), denunciato per falso ideologico e truffa aggravata ai danni dello Stato.

Il provvedimento emesso dal Gip, richiesto dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni e dal sostituto procuratore della Repubblica Marika Mastrapasqua, è  scaturito da indagini condotte dal nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Reggio Calabria dalle quali sarebbe emersa una duplicazione di pagamenti, per oltre 4 milioni di euro, corrisposti dall’Azienda Sanitaria Provinciale reggina a favore di uno studio radiologico privato, operante nel settore dell’erogazione di prestazioni diagnostiche (TAC, RMN, RX) ai pazienti in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale.