Home Attualità Cif San Fili: Il Premio Donna...

Cif San Fili: Il Premio Donna 2019 a Caterina Ermio

Ancora grande partecipazione e tanta emozione grazie al Centro Italiano Femminile di San Fili, diretto da Loredana Bastone, da sempre vicino alle tematiche delle donne. Gremito il teatro comunale “Gambaro”, in occasione de Premio Donna 2019 giunto alla sua ottava edizione e promosso dallo stesso Cif di San Fili per esaltare “il genio femminile in Calabria”. 

Quest’anno il premio è stato consegnato a Caterina Ermio, Past President Associazione Italiana Donne Medico. La presidente del Cif di San Fili, Loredana Bastone, ha aperto la serata, avvicendandosi sul palco con la presidente del Cif di Cosenza, Concetta Grosso e il sindaco di San Fili, Antonio Argentino. Coordinati dalla giornalista Giulia Fresca, sono intervenute inoltre Bianca Rende, consigliere comunale di Cosenza, Manuela Cuconato, già consigliere nazionale Cif e di Antenna Onda Regione Calabria e la giornalista Maria Pia Tucci.

A consegnare il premio a Caterina Ermio, la vicepresidente del Cif di San Fili, Patrizia Marchese. Nel partecipato evento, patrocinato dal Senato della Repubblica, dalla Provincia di Cosenza e dal Comune di San Fili, protagonisti con le loro performance artistiche anche l’Asd Scarpette Rosse, Scuola di danza San Fili e il coro dei bambini della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Statale di San Fili.

Il Premio Donna 2019 è stato consegnato a Caterina Ermio “per avere coniugato l’impegno medico e sociale a favore della valorizzazione e tutela del lavoro della donna e per la promozione della medicina di genere in ambito di formazione, informazione e approfondimento scientifico”. Caterina Ermio è presidente nazionale della società scientifica Associazione Italiana Donne Medico che conta 60 sedi in tutta Italia con all’attivo 2500 dottoresse e che di diritto fa parte della società internazionale Mwia (The Medical Women’s International Association) che può vantare ben 100 anni di vita.

Ieri è stata una giornata caratterizzata da altre significative sorprese, come la menzione d’onore e la medaglia del Senato della Repubblica per Ornella Nucci, avvocato e presidente Ail – Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma di Cosenza, “per aver profuso il suo impegno professionale a difesa delle donne vittime di violenza e al costante impegno nella promozione di iniziative a sostegno dei più deboli, in particolare nei confronti dei malati ematoncologici e delle loro famiglie”.

Il Cif di San Fili è riuscito, ancora una volta, a far emergere la mission dell’evento: il bello di donne che con la loro intelligenza, la loro perseveranza e il loro impegno contribuiscono a mantenere alto il nome della Calabria in Italia e nel mondo a livello sociale, culturale, economico e scientifico. Donne di valore che hanno ottenuto con impegno e merito il proprio spazio nel mondo. Narrazioni di sacrifici, di costanza e di tanta passione. Battaglie e percorsi da condividere per realizzare obiettivi importanti, con la forza di esserci per continuare nella costruzione di progetti positivi per una rigenerata Calabria.

Antonio Sergi