Sab 28 Mag 2022
spot_img
HomeAttualitàDue imprese calabresi promuovono la sicurezza...

Due imprese calabresi promuovono la sicurezza alimentare in America Latina e Caraibi

L’impresa agricola Mulinum Srl e lo spin-off dell’Università della Calabria Smart City Instruments hanno firmato a San Floro (CZ) un accordo di joint venture per realizzare progetti ed azioni comuni in America Latina e Caraibi in una prima fase da estendere inseguito ad altri territori del mondo come per esempio l’Africa ed il Nord America.

Mulim Srl è nata da un’idea di Stefano Caccavari, giovane imprenditore calabrese che nel 2016 ha avviato un primo mulino di contadini utilizzando un crowdfunding su facebook creando la più grande filiera specializzata in grani antichi della regione: Senatore Cappelli, Verna, Maiorca, Farro, Segale. Quest’idea innovativa ha permesso a Caccavari di essere presenti sui principali quotidiani italiani e tv nazionali come per esempio “Le Iene” permettendo al progetto di replicarsi in altre regioni italiane come in Toscana.

Smart City Instruments, spin-off e start up innovative di UNICAL, da tempo si dedica alla ricerca scientifica ed allo sviluppo industriale in Repubblica Dominicana ed ha avviato importanti collaborazioni sia con Università latinoamericane, sia con Istituzioni dell’area, acquisendo expertise e contatti privilegiati e di alto livello per l’avvio di  progetti nell’area dello sviluppo sostenibile, dell’agricoltura ed industria 4.0, della smart city e dell’energie rinnovabili.

L’idea di questa partnership nasce a seguito dell’invito esteso al dott. Alfredo Sguglio, amministratore di Smart City Instruments, da parte dell’Istituto Italo Latino-americano di raccontare, al IV Foro di PMI Italo Latino-americano di Cesena, la Calabria e con essa esperienze imprenditoriali di successo.

La scelta è ricaduta sull’esperienza virtuosa di Mulinum e su un giovane talentuoso calabrese Stefano Caccavari, che con la sua attività imprenditoriale rivede il sistema economico attraverso principi nuovi come la reciprocità, la gratuità e la fraternità, valori che superano la supremazia del profitto o del mero scambio strumentale nell’attività economica e finanziaria.

Ed è in quest’ottica, quella dell’Economia Civile e della cooperazione internazionale, che Smart City Instruments ha deciso nel suo percorso imprenditoriale in America Latina e Caraibi di aprirsi anche ai temi del cibo e dell’alimentazione unendo la sua expertise con quella del progetto Mulinum.

L’obiettivo dell’accordo è quello di esportare i temi della sovranità e della sicurezza alimentare in America Latina e Caraibi attraverso diverse azioni che coniugano innovazione e tradizione, sviluppo e implicazione sulla vita delle persone.

La prima azione dell’accordo sarà la replica del progetto Mulinum alla frontiera tra la Repubblica Dominicana e Haiti, una risposta immediata alla sicurezza alimentare ponendo l’accento sulla qualità del cibo. Allo stesso tempo guardando alla diseguaglianza alimentare, in particolare nel territorio haitiano, la joint venture tra Smart City Instruments Mulinum avrà come obiettivo quello di fornire gli strumenti di governance per i diritti di uso e gestione delle terre, delle acque, dei semi e della biodiversità stimolando la nascita di attività imprenditoriali sul posto.