Sab 28 Mag 2022
spot_img
HomeSanitàGiovani medici "bistrattati", un altro esempio...

Giovani medici “bistrattati”, un altro esempio della “buona” sanità calabrese

Proseguono le storture per i giovani medici rimasti in Calabria. Un altro esempio di come la Regione voglia puntare sia sui giovani che sulla sanità. Ai sanitari che hanno iniziato a frequentare il corso per la specializzazione di medicina generale a Catanzaro, gli è stato riservato un altro “bel” trattamento. Se scrivessimo che neppure le bestie si dovrebbero trattare in questo modo, non sarebbe certo un ossimoro. I “poveri” giovani dottori sono costretti a frequentare le lezioni in uno stabile fatiscente, attorniato da erbacce, ma soprattutto privo di qualsiasi impianto di aria condizionata e viste le temperature degli ultimi giorni, sicuramente non sarà stato facile resistere per ore ed ore di lezioni.

sede corsi medicina generale cz
Una aberrante storia che traspare anche dalla pagina Facebook di Di’ La Tua – Catanzaro

“Buonasera, sono il Dott. Francesco Monteverde, frequento il corso di formazione specifica in medicina generale (corso di specializzazione per diventare medico di medicina generale), vorrei denunciare il trattamento che stiamo subendo da parte della #Regione #Calabria.

Fino a fine maggio, le nostre lezioni teoriche si svolgevano presso la cittadella regionale. Dal primo giugno, invece, ci hanno spostati presso l’istituto Einaudi a Mater Domini/Gagliano, una struttura fatiscente, piena di erbacce ovunque, sporca ai limiti dell’inagibilità; senza bar ne servizio mensa, di cui noi ci servivamo alla cittadella avendo lezione il mercoledì sia la mattina che il pomeriggio. Inoltre il pomeriggio alle 18 chiudono i cancelli di ingresso, quindi dobbiamo spostare le macchine fuori dalla struttura dove ovviamente i parcheggi sono pochi, mentre noi terminiamo le lezioni alle 19.

Questo è il rispetto che la Regione Calabria ha dei Medici che frequentano il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale, e dei professionisti che qui dovranno tenere le loro lezioni. Ma più in generale appare evidente la considerazione che la Regione ha della Medicina Generale, una medicina di serie C a giudicare da queste immagini. Grazie per l’attenzione.”

esterno sede corsi medicina generale cz

Non restano indifferenti al problema i coordinatori degli studenti, i quali sono riusciti ad ottenere un incontro con il responsabile del dipartimento salute e sanità per giovedì pomeriggio. Speriamo l’appuntamento sia rispettato e soprattutto dia l’esito sperato. Noi continueremo a monitorare…