Catanzaro non dimentica le 13 vittime della tragedia del camping Le Giare

23

Ogni 10 settembre, da 19 anni, la mente e il cuore dei catanzaresi vanno a quella tragica notte del 2000 nel camping Le Giare. Il dolore per la scomparsa di 13 persone, la cui vita fu spezzata dalla furia del fango, non cesserà mai. Tutta Catanzaro ricorda con commozione,  le vittime di una sciagura che poteva e doveva essere evitata: Mario, Ida, Serafina, Raffaele, Paola, Iolanda, Giuseppina, Franca, Rosario, Antonio, Salvatore, Concetta e Vinicio. 

“Nel ricordo del mio compianto amico Vinicio Caliò, il 10 settembre di ogni anno non posso che dedicare un pensiero speciale per le vittime della tragedia del camping Le Giare che, a distanza di tanto tempo, continua a rappresentare un doloroso ricordo per tutta la comunità catanzarese”. Lo afferma il consigliere comunale Giuseppe Pisano che stamane ha partecipato ad un momento di commemorazione a Soverato insieme al sindaco della cittadina ionica, Ernesto Alessi, e a Luca Caliò, fratello di Vinicio. “Il ricordo delle tredici vittime che persero la vita inghiottiti da un’ondata di fango – prosegue Pisano – è indelebile e ogni anno si rinnova attraverso le immagini che rivivono nelle nostre menti. Una mia preghiera speciale va all’amico e fratello Vinicio, il cui corpo trascinato dalle onde non fu mai ritrovato. Ringrazio l’amministrazione comunale di Soverato per l’attenzione che ogni anno dedica a questo triste anniversario, tributando il doveroso omaggio istituzionale nel luogo dove si è consumata la tragedia e dove i nomi delle vittime vivranno per sempre impressi sulla stele commemorativa”

Pubblicità