Elezioni regionali, Bevacqua: “Il candidato sarà frutto della mediazione romana”

381

Le indiscrezioni di queste ore che portano al nome dell’ex prefetto Gualtieri come papabile candidato a governatore della Calabria con i 5stelle ed il Pd sono soltanto una delle diverse ipotesi al vaglio del partito nazionale.

Almeno questo è quanto traspare dalle dichiarazioni del consigliere regionale del PD, Mimmo Bevacqua, che ha partecipato a diversi incontri sul territorio.

Il leader di Zonadem, che è membro della direzione nazionale, ritiene che il candidato debba venire fuori dalle mediazioni politiche romane che si stanno moltiplicando in questi giorni.

La data delle elezioni regionali appare ormai scontata, per gli addetti ai lavori. Il 26 gennaio 2020, questo il giorno da segnare sul calendario.

E per il consigliere regionale Bevacqua il nodo politico sembra confinato alla direzione del partito che pare stia valutando due nomi su ogni altro.

“Il nome di Gualtieri potrebbe essere funzionale ad un progetto più ampio”, avrebbe detto Bevacqua ai suoi. ” Ma i giochi politici sono tutt’altro che chiusi.

Nessun nome, che prevale sull’altro, ancora pare sia emerso dal vertice romano ma tutto lascerebbe pensare che nelle prossime settimane il destino di Oliverio, almeno nel partito, sia al capolinea.

“Decide Roma, come d’altronde ha deciso le ultime candidature alle elezioni politiche”, ripete ai supporters”, quasi fosse un mantra, Bevacqua.

Lui, che fa parte della squadra di Franceschini e di Gentiloni, è parte attiva delle trattative nazionali e delle strategie regionali. “Non escludo nessuna sorpresa…Chi si ostina, in Calabria, a pensare che si decida tutto qui è completamente fuori da ogni logica politica attuale”, il monito ai suoi sostenitori.

 

Pubblicità