Il Capitano Ultimo a Cosenza nel chiostro di san Domenico (foto/video)

108

“Fermate Ultimo”. Il capitano. Basterebbe citare solo il titolo dell’ultimo libro di Corrias per sintetizzare una giornata “storica” per Cosenza. Il colonnello Sergio De Caprio, conosciuto da tutti come “Ultimo” per l’arresto, tra gli altri, del boss dei boss Toto’ Riina.

L’occasione di “conoscerlo” ed ascoltarlo è stata la kermesse “Letture in chiostro” a San Domenico, di fianco il Comune di Cosenza.

Il vicepresidente della Commissione nazionale antimafia, Jole Santelli, ha accolto Ultimo insieme al sindaco Occhiuto ed a molti assessori. Presenti le scuole cittadine e tantissimi curiosi accorsi per il “personaggio”.

Mafia, il valore della squadra, Cosa nostra, gli arresti eccellenti, le punizioni. Tanti i passaggi che il Capitano ha raccontato nel chiostro.

La costruzione di una squadra che ha lavorato per raggiungere risultati.

L’arresto di Riina: “ci esce davanti gli occhi, siamo in 5, fermi nel traffico, dobbiamo provare. Abbiamo paura.  Una macchina lo blocca, scendo io. Scendono i miei. I ragazzi gridano carabinieri. Le persone intorno urlano. Carabinieri. Corriamo verso la caserma, il traffico sarà il nostro angelo custode e poi…”

Applausi in sala, commozione. E tanti segreti che dal 93 ad oggi ancora, forse, persistono.

Pubblicità