Rende. Presentata l’associazione “I Quartieri 2.0”

45

Grande partecipazione, ieri sera, nel centro Roberta Lanzino di Saporito di Rende – alla presenza della cittadinanza rendese, del sindaco Marcello Manna, degli assessori Castiglione, Ziccarelli, Artese, Iantorno, Rausa e dei consiglieri comunali – dove è stata presentata l’associazione “I Quartieri 2.0”.

La bella realtà è costituita da persone che hanno il desiderio di migliorare la condizione e la qualità della vita di Rende, con uno sguardo attento ai quattro quartieri di Saporito, Surdo, Difesa, Linze, che per molto tempo sono state considerate zone di passaggio per raggiungere il Borgo antico. Oggi densamente abitati vogliono avere un’identità diversa, vogliono essere parte integrante del tessuto urbano, diventando quartieri di riferimento e a misura di uomo e di bambino.

A presentare l’associazione è stata la presidente Maria Moraca insieme al consiglio direttivo composto dal dott. Giovanni Provenzano vicepresidente, Domenico Mammolenti segretario, Carolina Simone tesoriere e gli altri consiglieri soci, Filomena Blanco, Paolo Chiappetta, Carmine Filice, Ketty Mammolenti, Dario Nicoletti. «La nostra associazione vuole essere un punto di riferimento per i nostri quartieri, un calderone di idee e progetti che possano dare nuova vita a questo territorio che ha bisogno di rinnovamento. Saremo voce dei nostri concittadini, lavorando in sinergia con l’amministrazione, e in collaborazione con altre associazioni potremo fare della cittadinanza attiva la vera forza di Rende» hanno affermato unitamente i vertici della nuova e bella realtà.

«Per chi volesse associarsi o solo per avere informazioni – hanno confidato – può visitare la pagina facebook “I Quartieri 2.0”, mandare una mail a [email protected]o contattare personalmente, via social, i componenti del consiglio direttivo». «La presentazione di questa associazione, o meglio comitato di quartiere, che si occuperà delle zone di Saporito, Surdo, Difesa e Linze – ha affermato il primo cittadino, Manna – per me è un segnale importante e di grande civiltà. La nostra azione amministrativa è partita proprio da questa mission: al centro di tutto c’è il cittadino che deve essere protagonista. Solo con un dialogo costante tra amministrazione e cittadini si riesce a crescere e centrare gli obiettivi. Faccio i migliori auguri alla associazione “I Quartieri 2.0”. La cittadinanza attiva a Rende sta diventando sempre più una realtà, non resta che continuare a lavorare tutti insieme per la nostra bella città».