“Prospettive Urbane Photowalking”, un’iniziativa che coniuga storia, cultura, arte e denuncia sociale

9

Domenica 24 novembre, i riflettori saranno puntati su alcuni dei luoghi che ogni catanzarese porta nel cuore e che nascondono grandi contraddizioni poiché, anche se ancora affascinanti, sono vittime del tempo che inesorabilmente ha deturpato il loro originario splendore e dell’uomo che pare contribuire a questo processo, con la sua incuria e la sua inciviltà. 

Catanzaro, la sua storia, i suoi panorami mozzafiato, ma anche le sue contraddizioni saranno l’anima del progetto “Prospettive Urbane Photowalking ”, che prenderà forma proprio nella mattinata di domenica 24 novembre a partire dalle ore 10.00, con ritrovo dei partecipanti davanti all’ingresso di Villa Margherita e si svolgerà con le caratteristiche di un tour guidato, anche se possiede delle peculiarità che lo rendono un’iniziativa di ben più ampio respiro.

Si tratta infatti di un evento che mescola storia, cultura, fotografia e denuncia sociale e si prefigge di essere un’occasione di ritrovo tra appassionati di camminate culturali, di fotografia e di tematiche inerenti il proprio territorio e l’ambiente in generale. 

La guida turistica abilitata sarà affiancata da un’esperta di fotografia e l’iniziativa sarà una valida occasione per apprendere delle nozioni su come scattare delle foto di qualità oppure, per i più esperti, per arricchirsi mediante il confronto con altri colleghi.  

“I luoghi scelti sono tutti ricchi di fascino e di spessore e hanno rappresentato importanti punti di riferimento nella storia e nella cultura della città di Catanzaro –  afferma Angela Rubino, presidente di CulturAttiva -. Ogni catanzarese li porta nel cuore e sogna che un giorno essi possano ritornare all’antico splendore, proprio per questo, alcuni di questi siti sono stati anche al centro dell’attenzione mediatica per alcuni periodi. Abbiamo pensato di riportarli sotto i riflettori per sottolinearne ancora una volta la bellezza e con essa i segni del tempo”.

Tra di essi Villa Margherita, il più antico parco cittadino; il Teatro Masciari, con la sua bellissima scalinata in stile Liberty; il quartiere Grecìa ; l’antica “Giudecca”; il punto panoramico adiacente l’antica Chiesa di Santa Maria di Mezzogiorno e infine la Chiesa del Monte, di recente al centro della triste vicenda della paventata soppressione dell’antico convento dei Cappuccini ad essa annesso. 

I partecipanti di Prospettive Urbane non si limiteranno ad ascoltare la storia dei luoghi proposti, ma diventeranno protagonisti attivi con i loro scatti e con la loro sensibilità, che  li porterà non solo a “catturarne” la bellezza, ma anche a denunciare le situazioni di degrado che affliggono alcune aree dei siti in questione. 

Sarà un movimento di denuncia sociale che non si fermerà all’iniziativa appena descritta, in quanto essa è parte di un progetto più ampio. Partner dell’iniziativa sarà Rizzi’s, il pub – hamburgheria rigorosamente made in Calabria, nato da un’idea di Marco Rizzitano e situato nel cuore del centro storico di Catanzaro, con la stessa mission  di CulturAttiva, ossia quella di ridare linfa vitale ad un territorio che vuole riappropriarsi delle proprie radici. 

Proprio in questo luogo verrà ospitato l’evento espositivo composto dalle foto scattate durante il photowalking.