Mar 29 Nov 2022
spot_img
HomeCronacaCoronavirus: prosegue la fuga dal Nord,...

Coronavirus: prosegue la fuga dal Nord, tantissimi arrivi al Sud

Nonostante le raccomandazione, i divieti e le norme in atto con il decreto “Io resto a casa”, i viaggi verso il Sud continuano. Un gran numero di persone ieri sera ha utilizzato i treni che dalle città del nord portano al Sud.

Assalto ai vagoni diretti al Sud, come una remake in scala ridotta della fuga di sabato scorso. Stazione centrale di Milano, stracolma di gente, pieni il Milano-Siracusa-Palermo delle 20,10 e, soprattutto il Milano-Lecce delle 20,50.

I treni tra l’altro restano al momento gli unici vettori di trasporto non essendoci più voli disponibili.

I nuovi arrivi fanno temere un “effetto assembramento” che già in questo fine settimana potrebbe provocare un boom di contagi da coronavirus al centrosud. Secondo gli scienziati, le misure di contenimento prese dal governo dovrebbero attutire il picco a livello nazionale, ma avranno anche un altro effetto. «L’epidemia durerà di più – spiega il professore di igiene dell’università di Pisa Pier Luigi Lo Palco – ma il numero di casi risulterà gestibile per il servizio sanitario». C’è però un rischio che potrebbe in parte mandare in crisi questo scenario ed è quello ipotizzato dal presidente dell’Iss Silvio Brusaferro: un’impennata dei casi di contagio al centrosud, dove le strutture sanitarie non sarebbero in grado di reggere l’urto così come avvenuto con fatica al nord.