Dom 14 Apr 2024
spot_img
HomeAttualitàSpettacolo“Mister Italia 2020”: calabrese in gara...

“Mister Italia 2020”: calabrese in gara per lo scettro del più bello del Paese

Emanuele Capitano, torna a far parlare di sé, nel prosieguo del suo brillante percorso artistico-professionale nel campo della moda e della bellezza. Il ragazzo di 22 anni, vincitore del concorso “Mister Corigliano-Rossano” nell’ultima edizione, è nativo di Acri. Il 22enne finalista di “Mister Campania” (alla luce delle origini campane della mamma) nonché finalista de “Il Più Bello d’Italia 2017”, s’accinge adesso a partecipare al concorso più importante del settore in ambito nazionale, ossia “Mister Italia 2020”, la cui prima fase dei ragazzi selezionati avverrà in fasi elimininatorie via web, a causa dell’emergenza covid-19, mentre la seconda avverrà sul palco più famoso del Paese.

Emanuele Capitano vanta un nutrito curriculum di esperienze nel settore (tra tutte, la
partecipazione a noti programmi televisivi Mediaset come “Uomini e Donne”, in Rai ed
emittenti regionali), oltre a studiare Scienze motorie, e si definisce selettivo e dal carattere
solare. “Mister Italia 2020” rappresenta una prestigiosa vetrina per il bel Emanuele e tutta
la regione è pronta a seguire, votandolo, questo giovane e promettente conterraneo,
secondo le modalità che verranno indicate da domani sulla pagina ufficiale dell’evento,
che affonda le sue origini nel 1983 nel nord-est d’Italia e attualmente è il concorso
nazionale maschile più importante, come lo è Miss Italia a livello femminile.

“Mister Italia” è il concorso che garantisce più sbocchi nel modo della moda a livello
internazionale, con la partecipazione a “Mister Universo” e “Mister Mondo” oltre a
numerosi altri eventi di ampia risonanza; basti pensare, a tal proposito, che sono stati tanti
i finalisti che, successivamente, hanno poi avuto successo nel mondo dei reality con la
partecipazione a trasmissioni come “Grande Fratello”, “Ciao Darwin” e altre in onda sulle
reti Mediaset. Una selezione molto ambita e scrupolosa che, ne siamo certi, il nostro
Emanuele sarà in grado di superare grazie al suo talento e alla capacità di supporto che il
popolo calabrese gli dimostrerà con affetto ed entusiasmo.