Sab 19 Giu 2021
Advertising
Home Attualità Aci: tra le strade più pericolose...

Aci: tra le strade più pericolose d’Italia, quelle calabresi

Non è la prima volta che parliamo di strade pericolose e della percentuale di incidenti che purtroppo si verificano ogni anno su determinate tratte (autostradali e non) in Italia. È l’ACI a rendere noti i dati, da cui emerge che per gli automobilisti italiani l’ingresso urbano nell’A24 è assolutamente la strada più pericolosa.

Seguono poi il Raccordo di Reggio Calabria e la Strada Statale 106. A confermare che la Statale 106 Jonica sia la “strada della morte”, adesso ci sono anche i numeri. Secondo lo studio dell’Aci, sulla SS106 l’indice di mortalità è pari a 7,32, un’enormità rispetto alla media nazionale (1,96) e tantissimo anche rispetto all’indice relativo alle sole strade statali (3,99) che sono le più pericolose. Al secondo posto per percentuale di incidenti mortali c’è la statale 7 Appia, che collega Roma e Brindisi, con un indice pari a 4,13. Al terzo posto un’altra arteria che attraversa la Calabria: la statale 18 Tirrenica inferiore (indice 4,06) che però viene considerata in tutta la sua lunghezza di 507,8 chilometri, da Reggio Calabria a Napoli.

Possiamo anche dire – fa sapere l’Aci – quali sono i momenti più pericolosi, in cui purtroppo si verificano la maggior parte degli incidenti, non è la prima volta che analizziamo questo dato e che raccomandiamo sempre massima prudenza alla guida. Il giorno in cui si verificano più sinistri stradali è senza alcun dubbio il venerdì, con un percentuale del 15.4%; le ore più critiche vanno dalle 18 alle 20.