Sab 23 Ott 2021

spazio pubblicitario disponibile

HomeCulturaMusicaEsce “La Tarantella di zio Nicola”...

Esce “La Tarantella di zio Nicola” il videoclip che racconta il Sud

A partire da oggi è online il videoclip di “La tarantella di Zio Nicola” (Video), secondo estratto da “Venti”, primo lavoro discografico del duo di chitarra battente formato da Francesco Loccisano e da Marcello De Carolis: un brano tradizionale, rivisitato da F. Loccisano ed Eugenio Bennato in chiave solistica per chitarra battente, che rappresenta il simbolo di un’antica famiglia di liutai e di costruttori di chitarre battenti, i De Bonis di Bisignano (Cs).

“La Tarantella di zio Nicola” racchiude e racconta il Sud, unisce Calabria, Basilicata e Campania attraverso i suoni e la musica delle chitarre battenti del calabrese Francesco Loccisano (che originariamente ha arrangiato il brano con Eugenio Bennato) e del lucano Marcello De Carolis, e anche attraverso le immagini. Il nuovo video (regia di Vito D’Andrea), infatti, è stato girato in Basilicata nel comune di Guardia Perticara in provincia di Potenza, uno dei borghi più belli d’Italia e segue video di “Danza Ionia” (guarda video), primo brano estratto,  girato in Calabria al Castello di San Fili a Stignano, luogo di forte interesse storico che si trova nei pressi delle sponde di Riace (RC), rinomato luogo di ritrovamenti archeologici ma, ad oggi, agli onori della cronaca per essere una porta del Mediterraneo, crocevia di culture, accarezzato dai venti che portano respiro per una nuova umanità.

“Venti”, già disponibile in formato fisico, vinile e cd (ascolta qui), è un disco di brani di Francesco Loccisano rielaborati e riarrangiati accuratamente con Marcello De Carolis per duo di chitarra battente: “Un nuovo progetto discografico che rappresenta per noi l’avanguardia della chitarra battente con cui scoprire nuove frontiere di dialogo chitarristico che partono dal nostro territorio per arrivare a tutto il mondo grazie all’ampia escursione dinamica e ad una mescolanza di suono meridionale, poesia, composizione e contemporaneità.” 

L’etichetta discografica del disco, composta da dieci brani, è ItalySona (edizioni Marasco/FINGERPICKINGNET) in collaborazione con Calabria Sona. L’album è stato registrato presso l’Arango Sonic Studio – Focà, Caulonia – Rc; la produzione artistica è di Stefano Simonetta – Mujura, artista eclettico, produttore di esperienza oltre che bassista e collaboratore di Eugenio Bennato; la produzione esecutiva è di Giuseppe Marasco – Italysona. Il mix e mastering sono a cura degli stessi Francesco Loccisano e Marcello De Carolis.