Home Costume & Società Ambiente Emergenza rifiuti, Spirlì annuncia alcune soluzioni

Emergenza rifiuti, Spirlì annuncia alcune soluzioni

«La Regione Calabria ha messo in atto tutte le azioni necessarie per consentire alla Città metropolitana di Reggio Calabria di tornare alla normalità nella gestione dei rifiuti».

È quanto comunica il presidente della Regione, Nino Spirlì, dopo aver analizzato un accurato report, redatto dal dipartimento Tutela dell’ambiente, sullo stato dei conferimenti nella Città metropolitana di Reggio Calabria.

«La Regione, in particolare – spiega Spirlì –, ha messo in atto tre diverse azioni per il rientro alla ordinarietà. La prima è l’attivazione del conferimento in Puglia per un quantitativo di 150 tonnellate t/g su sette giorni. Un’azione che consentirà di risolvere le criticità nel Comune di Reggio Calabria».

«In secondo luogo – continua il presidente –, è stato autorizzato il conferimento di almeno 100 t/settimana di rifiuto organico nell’impianto di Rende. Questa azione non risolverà completamente il problema; si stanno perciò cercando ulteriori possibilità di conferimento in impianti extraregionali».

«Infine – aggiunge Spirlì –, è stato autorizzato un conferimento straordinario nella discarica di Cassano, pari a 390 tonnellate complessive nel corso di 10 giorni. Quest’ultima azione consentirà di liberare gli impianti di Siderno e Gioia Tauro, liberando il flusso di rifiuto tal quale e, contemporaneamente, riattivando la linea di trattamento della frazione organica a Siderno».