Dom 21 Apr 2024
spot_img
HomeSportCalcioCosenza calcio, a Salerno senza Idda...

Cosenza calcio, a Salerno senza Idda e Tiritiello

A Salerno, dopo la decisione del giudice sportivo, Occhiuzzi avrà scelte obbligate per il reparto difensivo. Legittimo e Ingrosso non potranno essere affiancanti da Idda e Tiritiello (entrambi squalificati contro il Frosinone); la scelta del tecnico, dunque, ricadrà su uno tra Schiavi e Corsi, o entrambi in un’ipotetica difesa a quattro.

La decisione del giudice sportivo

Durante l’ultima gara casalinga, che ha visto il Cosenza – troppo scollato sia nel gioco che sotto il punto di vista mentale – soccombere ad un cinico Frosinone, è arrivata la doppia beffa per i calabresi. Il giallo maturato da Idda (già diffidato) lo ha reso indisponibile per la trasferta contro la Salernitana; partita che salterà anche Tiritiello, squalificato (dopo aver rianalizzato l’episodio) dal giudice sportivo, al termine della partita, per aver utilizzato un linguaggio blasfemo al 37’ del primo tempo.

La difesa a Salerno

A Salerno Schiavi potrebbe rincontrare la sua ex squadra (di cui è stato anche capitano) dal primo minuto; una partita difficile, ma di quelle che piacciono al Cosenza (quasi come un derby). La storica rivalità tra le due squadre, in campo e sui gradoni, renderà la partita ancora più importante. Presentarsi senza due titolari difensivi non è un buon “bigliettino da visita”, ma sia Schiavi che Corsi hanno dimostrato, fino ad ora, di essere all’altezza di buone prestazioni quando chiamati in causa.

A Salerno la difesa rossoblù potrà contare, dunque, su un centrale di grande esperienza, quale Schiavi, per contrastare i ragazzi di Castori. La scelta del modulo, però, sarà fondamentale per la decisione degli interpreti: Ingrosso, Schiavi e Legittimo in una difesa a tre, oppure una scelta più difensiva con Corsi che si aggiunge ai tre citati per comporre una linea a quattro? Considerando le ultime partite, e il ritorno di Occhiuzzi “sui suoi passi”, la scelta dovrebbe ricadere sulla prima opzione. Considerando il tipo di gioco di Castori e la validità d’impostazione di Schiavi, scegliere una linea a quattro in fase difensiva – con lo scivolamento di uno dei due laterali di centrocampo – e tornare a tre in fase d’impostazione, affidando la manovra a Schiavi, potrebbe essere la chiave della sfida all’”Arechi” in programma sabato 13 marzo alle 16:00.