Dom 1 Ago 2021
Advertising
Home Attualità Economia Assegno unico figli 2021, via da...

Assegno unico figli 2021, via da luglio: come fare domanda

Pronta la procedura dell’Inps per presentare le domande per ricevere l’assegno unico per i figli minori nella versione «ponte» (predisposta principalmente per dare il sostegno a chi non l’ha mai avuto finora, ovvero lavoratori autonomi e disoccupati).

La procedura sarà attivata dal primo giorno di luglio e fino al 31 dicembre 2021. Ad annunciarlo il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, alla commissione Lavoro del Senato. Tridico espone i termini (semplificati) della domanda: basteranno soltanto il codice fiscale e l’Iban (gli altri dati saranno recuperati automaticamente dai sistemi informatici).

Il presidente dell’Inps ha inoltre spiegato quelle che saranno presentate entro il 30 settembre 2021 danno diritto al riconoscimento degli arretrati a partire dal primo luglio; chi la presenterà dopo il 30 settembre riceverà gli importi cui ha diritto a partire dal mese di presentazione della domanda.

Potrà accedere all’assegno unico per i figli chi paga le tasse in Italia ed è residente da almeno 2 anni: sono ammessi cittadini italiani e Ue e titolari di permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca almeno semestrale.
Gli importi dell’assegno sono determinati in base a un allegato pubblicato dal governo (clicca qui per scaricarlo) che contiene l’individuazione delle soglie Isee e la determinazione dei corrispondenti importi mensili dell’assegno temporaneo per ciascun figlio minore. L’importo varia anche in relazione al numero dei figli minori.

Gli importi decrescono in base all’Isee fino a 50 mila euro, limite oltre il quale l’assegno non spetta. Sono previsti 50 euro in più per ciascun figlio disabile.