Ven 17 Set 2021

sibarinet

Home Attualità Salute&Benessere Influenza, da ottobre vaccini gratis anche...

Influenza, da ottobre vaccini gratis anche in farmacia

Poiché permane una situazione pandemica COVID-19, si raccomanda la vaccinazione antinfluenzale per coloro che hanno diritto al vaccino gratuito: fragili e nella fascia d’età dai 60 anni in poi.

È quanto raccomanda analogamente all’anno scorso il Ministero della Salute nella Circolare Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2021-2022, elaborata dalla Direzione Generale della Prevenzione sanitaria, in accordo con l’Istituto superiore di sanità. Dopo essere stata sottoposta al Coordinamento Interregionale della Prevenzione, la circolare ha avuto parere favorevole il 6 aprile da parte del Consiglio Superiore di Sanità.

La vaccinazione  – spiega il Ministero – costituisce la più efficace strategia di prevenzione dell’influenza. In Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la Determina dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) che autorizza l’aggiornamento, per la stagione 2021-2022, della composizione dei vaccini influenzali autorizzati secondo la procedura registrativa nazionale, di mutuo riconoscimento e decentrata.

La vaccinazione è, inoltre, “fortemente raccomandata per gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie, che operano a contatto con i pazienti, e per gli anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungodegenza”.

Alla campagna vaccinale quest’anno prenderanno parte anche le farmacie, come prevede un emendamento al Dl 105 di luglio, già approvato alla Camera e attualmente in Senato.

I farmacisti, stando al provvedimento, che già hanno seguito il corso di formazione dell’Istituto superiore di Sanità per il vaccino anti-Covid, estenderanno quindi la loro attività anche all’immunizzante contro l’influenza. Potranno inoculare il farmaco alle persone dai 18 anni in poi. Il servizio, spiega Federfarma, riguarderà anche coloro che hanno diritto al vaccino gratuito: fragili e nella fascia d’età dai 60 anni in poi. I rimborsi arriveranno dalle regioni.