Lun 23 Mag 2022
spot_img
HomePoliticaRoberto Occhiuto proclamato Presidente della Regione

Roberto Occhiuto proclamato Presidente della Regione

Alle ore 12:00 Roberto Occhiuto è stato ufficialmente proclamato Presidente della Regione Calabria. La cerimonia ufficiale, oggi al termine di un iter eccessivamente lungo e non privo di polemiche, si è celebrata presso la sede della Corte di Appello di Catanzaro.

Inizia così, a distanza di 25 giorni dall’esito delle urne che hanno sancito la vittoria schiacciante del centro destra e dell’ormai ex capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati oggi Governatore calabrese, la dodicesima legislatura regionale.

Da oggi, dunque, il nuovo presidente potrà legittimamente metter mano ai dossier più importanti della Regione e giocarsi la “partita della vita”, come lui stesso l’ha definita.

“Ho utilizzato questi giorni – ha detto Occhiuto – per fare una ricognizione anche al di fuori della regione: c’è da costruire un apparato burocratico, ci sono risorse inutilizzate all’interno della Regione che vanno motivate e ci sono anche esperienze fuori dall’Italia che potrebbero aiutare la Calabria”.

Il neo presidente si dice poi convinto di avere “la motivazione giusta, l’esperienza, i rapporti romani con i leader nazionali per aprire in Calabria una nuova stagione che comincia oggi. Il processo di cambiamento – ha aggiunto – non si concluderà entro un anno o due, ma la Calabria la cambieremo e i risultati saranno visibili già dopo pochi mesi”.

Occhiuto ha fatto sapere che già oggi pomeriggio sarà alla Cittadella perché “ci sono tanti problemi da affrontare subito: l’allerta meteo in corso, la verifica sui 69 milioni di euro oggetto di contestazione da parte della Commissione europea, alcuni bandi in scadenza come quelli sui Contratti istituzionali di sviluppo e sui borghi spopolati”.

Infine c’è da selezionare i 40 esperti che toccheranno alla Calabria per aiutare la Regione a spendere bene le risorse del Pnrr. E ovviamente la Giunta: Occhiuto ha detto che nominerà il suo vice e gli assessori “nei tempi stabiliti dallo Statuto”, ovvero dieci giorni da oggi: “Saranno persone perbene e capaci di aiutarmi ma non è questo – ha chiosato – il problema che mi impegna di più. Ho rispetto dei partiti che mi hanno sostenuto e farò la migliore squadra possibile”.

Stamani, insieme a Occhiuto, è stata proclamata eletta come consigliere regionale anche Amalia Bruni, del centrosinistra, come migliore candidata presidente perdente.