Ven 3 Dic 2021
spot_img
HomeAttualitàGreen pass "rafforzato", lasciapassare solo per...

Green pass “rafforzato”, lasciapassare solo per vaccinati o guariti da Covid

Chiusure mirate, lockdown leggeri, e misure restrittive mettono di nuovo al centro l’utilizzo del green pass “rafforzato”, ovvero un lasciapassare solo per i vaccinati e per le attività ricreative operanti nelle regioni che cambieranno colore.

Austria e Germania, travolte dalla quarta ondata di Covid-19, hanno già introdotto il cosiddetto sistema 2G ossia il green pass solo a chi è vaccinato o guarito dal Covid e non a chi fa un tampone negativo. Ed è su questa linea che anche l’Italia pare voglia orientarsi. Tra le ipotesi al vaglio ci sarebbe di consentire attività ricreative a chi è vaccinato, nonostante il cambio di colore della regione, superando il limite di quattro persone a tavola nei ristoranti. Misura che varrebbe per la zona gialla, ma anche arancione dove le restrizioni sono severe, con coprifuoco, ristoranti aperti solo per l’asporto e chiusura degli impianti sciistici.

“Ogni persona in più che si vaccina è uno scudo più forte che abbiamo”, ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza. Mentre la Cei attacca i no vax, protagonisti di “proteste irresponsabili e contro il Vangelo per una malintesa affermazione della libertà e dei diritti”.

Anche Roberto Occhiuto tra i governatori che vogliono evitare strette a chi è immunizzato. Della stessa opinione il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimilano Fedriga (Friuli Venezia Giulia), Giovanni Toti (Liguria),  Luca Zaia (Veneto), Attilio Fontana (Lombardia), Vincenzo de Luca (Campania), Donato Toma (Molise), Nicola Zingaretti (Lazio).