Sab 21 Mag 2022
spot_img
HomeCulturaMusicaIl grande pianista Roberto Cappello in...

Il grande pianista Roberto Cappello in Calabria

Lunghi gli applausi tributati al grande pianista Roberto Cappello dal pubblico della rassegna Synergia 46. L’evento, tappa reggina del viaggio mistico dell’anima del maestro, ha avuto come cornice l’auditorium della casa della Cultura Leonida Repaci di Palmi, nell’ambito della kermesse promossa dall’associazione Amici della Musica Nicola Antonio Manfroce, presieduta da Antonio Gargano, in collaborazione con Ama Calabria e cofinanziata nell’ambito dell’avviso pubblico Animazione Eventi Culturali della Regione Calabria. 

Uno spettacolo scandito da note e parole. Così le partiture dei grandi compositori Schubert e Listz, affidati alla leggiadra danza sui tasti delle dita sapienti di Roberto Cappello, si sono intrecciate con le suggestioni destate dalle citazioni poetiche e letterarie di Friedrich Rückert, Nikolaus Craigher de Jachelutta, Johann Wolfang Von Goethe, Dante Alighieri, animate, durante le lettura, dall’attrice Federica Montanelli. Un  programma musicale e latterario culminato nella soave e vibrante Ave Maria. 

«Nel tracciare questo itinerario musicale e letterario, mi sono lasciato guidare dal genio di questi due grandi compositori, la cui vita fu contaminata e arricchita dall’incontro con poeti e letterati. Un mosaico di accordi e versi, compostosi in modo naturale, per incantare e invitare, con delicatezza e garbo, il pubblico a scrutarlo e attraverso di esso scandagliare la propria dimensione intima e interiore», ha spiegato il maestro Roberto Cappello.

Un invito in punta di dita per un viaggio dentro l’anima, in un’atmosfera profondamente introspettiva che ha avvolto ed emozionato il pubblico, in occasione dell’ennesimo ritorno del grande pianista in Calabria e in particolare a Palmi.

«La prima volta che ho suonato in Calabria risale alla seconda metà degli Settanta. Dunque il mio rapporto con questa terra e con la città di Palmi, dove sono venuto tantissime volte per i miei concerti, è antico e non si esaurisce nella sola dimensione professionale. Sono salentino, dunque uomo del Sud, e sento in modo forte questo richiamo della terra di origine e questa affinità anche con i calabresi che mi hanno sempre accolto con grande calore», ha raccontato ancora il maestro Roberto Cappello.

La rassegna Synergia 46 proseguirà sabato 18 dicembre alle ore 21:15, sempre l’auditorium della casa della Cultura Leonida Repaci di Palmi, con il concerto del gruppo Lirico Hsato che interpreterà La Traviata di Giuseppe Verdi, con Hiroko Sato maestro concertatore al pianoforte, nel solco della suggestione secondo la quale “Anche in Giappone amano Giuseppe Verdi”.