Dom 14 Apr 2024
spot_img
HomeAttualitàCosenza: strade colabrodo e anche i...

Cosenza: strade colabrodo e anche i tombini sono un pericolo

Sono giorni che il coperchio di un tombino lungo Viale Trieste si è spezzato ma, nonostante le segnalazioni e l’evidente rottura, ancora nessuno si è adoperato a ripararlo. Insomma, il refrain delle strade e dei marciapiedi mal ridotti nella città dei bruzi continua imperterrito.

Il coperchio di tombino rotto su una zona riservata al transito dei pedoni, certamente non è una pochezza, ma è qualcosa di serio perché pericolosissimo, quindi da ripristinare immediatamente per la sicurezza dei passanti.

Che le strade di Cosenza siano disastrate, si sa da tempo immemore. È un problema cronico che nessuna delle diverse giunte, susseguitesi nell’amministrazione della città, è riuscita a risolvere. O a migliorare, nonostante le tante promesse in campagna elettorale.

Purtroppo, noi cittadini lo sappiamo bene come funziona la politica in Calabria: sembrano tutti in grado di risolvere tutto, quando non sono al potere; ma poi quando ci arrivano… ecco che riparte il solito, immancabile scaricabarile, fatto di una miriade di giustificazioni e di frasi fatte come: “I conti sono in rosso, la giunta precedente c’ha lasciato un buco nel bilancio”, ecc. Uno scarico di responsabilità che, ogni volta, non contribuisce a risolvere quello che rappresenta uno dei problemi atavici della città: un circuito stradale devastato, che assomiglia molto ad un efficientissimo scolapasta.

Per fortuna, però, c’è chi, impossibilitato ad aggiustare il tombino rotto a Cosenza, ha almeno posizionato un cavalletto per impedire ai pedoni di inciamparci.