Dom 14 Apr 2024
spot_img
HomeCronacaLavoro nero e prodotti non tracciati,...

Lavoro nero e prodotti non tracciati, sanzionate attività commerciali a Camigliatello

Carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno svolto, congiuntamente a militari del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute e del Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro, servizi di controllo e contrasto del lavoro sommerso e del rispetto delle normative sanitarie nei confronti di esercizi commerciali insistenti nei territori silani.

In particolare, a Spezzano della Sila (CS), i Carabinieri della Stazione di Camigliatello Silano congiuntamente a militari del NAS e del NIL hanno effettuato controlli ad esercizi pubblici attivi nel settore della ristorazione e vendita di prodotti agroalimentari, all’esito dei quali è stato possibile accertare violazioni penali ed amministrative.

I militari operanti hanno contestato al titolare di un locale di ristorazione l’illecito impiego di lavoratori subordinati in assenza di contratto attestante il regolare rapporto di lavoro nonché l’omessa custodia del documento di valutazione dei rischi, con una conseguente sanzione amministrativa di € 8.600,00.

Nel medesimo contesto operativo, venivano sottoposti a sequestro amministrativo presso due rivenditori di prodotti alimentari 143,5 kg di merce, a seguito di accertate violazioni inerenti l’obbligo di tracciabilità dei prodotti destinati al consumo alimentare. Nella circostanza, venivano comminate sanzioni amministrative pecuniarie per l’importo complessivo € 3.000,00.

Veniva, infine, denunciato, in stato di libertà, il titolare di un esercizio commerciale per tentata frode nell’esercizio del commercio, in quanto aveva apposto un cartellino manoscritto, sottoposto a sequestro probatorio, recante false indicazioni circa l’origine e la qualità dei prodotti alimentari in vendita.