Dom 21 Apr 2024
spot_img
HomeCronacaCattivi, crudeli, assassini. Killer dei cani...

Cattivi, crudeli, assassini. Killer dei cani ancora in azione a Fuscaldo

Allarme a Fuscaldo (CS). Non sono dispetti perché il cane abbaia in continuazione o perché reca disturbo al vicinato, né tantomeno un rimedio per neutralizzare un efficace allarme contro intrusi e visite inaspettate di malintenzionati.

Nella cittadina del Tirreno Cosentino le uccisioni di cani di taglia diversa e di qualunque razza non fanno più dormire sogni tranquilli ai proprietari e destano preoccupazione agli amanti degli animali e alle stesse forze dell’ordine, impegnate a scovare quella che ormai è considerata l’azione di un vero e proprio serial killer di quattro zampe. Solo diedi giorni fa, probabilmente la stessa persona, si reso responsabile di aver ucciso un giovane cane dopo averlo evirato e sparato ai testicoli.

Oggi nella stessa zona è stato investito ed avvelenato un altro cane randagio.

La denuncia di alcuni utenti di Facebook. Azioni vergognose che non trovano alcuna giustificazione.

“La mano omicida colpisce ancora!
Dopo aver evirato e sparato ai testicoli al povero Simba, oggi nella stessa zona è stato investito ed avvelenato un altro cane randagio di quartiere.
È evidente che in zona si aggira un pazzo pericoloso che sta facendo del male ad anime innocenti e che nel frattempo è anche armato. Quando finirà tutto questo?
Il cane in questione al momento non è morto e mi verrebbe da fare il gesto dell’ ombrello a questo uomo che continua a fare queste cattiverie. Il cane ha avuto diverse crisi, ma sembra al momento averle superate ed essere stabile.
Dobbiamo ringraziare il dott. Luigi Monterossi medico veterinario dell’ Asl nonché dottore responsabile del canile sanitario, che appena è stato chiamato è volato dal cane a prestare soccorso. Nel frattempo, lo stesso dottore, ha chiamato l ambulanza veterinaria per i soccorsi e perché il cane dovrà essere trasportato al canile di Cassano per accertamenti ortopedici.
Auguro a chi sta facendo tutto questo la stessa fine al più presto e invito la cittadinanza a essere meno omertosa e a fare il proprio dovere: ricordatevi che chi spara ad un cane non sta bene di testa e un domani potrebbe sparare anche ad una persona!”