Lun 15 Apr 2024
spot_img
HomeAttualitàAutovelox: novità del Governo per una...

Autovelox: novità del Governo per una guida più sicura, ma senza “rubare” soldi

Matteo Salvini sta per entrare a gamba tesa contro gli autovelox. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti non ha mai fatto mistero delle sue perplessità circa l’utilizzo dei dispositivi. Il dubbio covato (e condiviso da molti italiani) è di un approccio votato dal semplice principio di “battere cassa” in maniera indistinta, anziché garantire l’incolumità degli altri utenti della strada, specie quelli fragili (ciclisti e pedoni).

Entro un mese la battaglia contro gli autovelox segnerà una tappa fondamentale, rappresentata dal decreto interministeriale, volto a ridisegnare il panorama italiano. Del testo in via di definizione, di cui è venuto a conoscenza Il Sole 24 Ore, è sancita una distanza minima di un km fuori dai centri abitati e una segnaletica ben visibile, onde evitare di sorprendere i conducenti. Altrettanto importante è il fatto che non andrà collocato l’apparecchio lungo le strade con limiti inferiori a 50 km/h nei centri urbani e a 90 km/h al di fuori.

Inoltre, in base al tipo di strada sarà decretata una distanza minima tra gli autovelox. E i dispositivi su mezzi in movimento (come le vetture delle Forze dell’Ordine) saranno ammessi solo qualora sia impossibile collocare postazioni fisse o mobili, da rendere riconoscibili. In definitiva, il proposito è di favorire la massima trasparenza, tanto promossa da Salvini.

In Parlamento tengono banco pure le discussioni circa un’altra revisione del Codice della strada, sempre relativa agli autovelox sull’omologazione e sul nodo dell’approvazione. Ne è conseguita una pioggia di ricorsi, con il crescente numero di annullamenti delle sanzioni per eccesso di velocità. In aggiunta, sarà trattata la questione degli alcolock, a contrasto della la guida in stato di ebbrezza.

da V:Motori