Dom 21 Apr 2024
spot_img
HomeSportSport in Calabria: chi sono i...

Sport in Calabria: chi sono i principali atleti e investitori?

Lo sport porta nel suo DNA i valori di identità e appartenenza, non c’è comunità che non ami ritrovarsi in occasione di eventi sportivi importanti e fare il tifo per le proprie squadre, questo accade non solo a livello nazionale, quando un atleta impegnato in una competizione internazionale tiene alti i colori della bandiera italiana, ma soprattutto sulla scena locale: qui il supporto agli sportivi con cui si ha in comune il territorio di nascita diventa incondizionato e la sua vittoria coinvolge tutta la collettività. E’ questa la dinamica che caratterizza particolarmente quei territori in cui la dimensione sportiva è in forte crescita, come ad esempio la Calabria. Qui, infatti, si guarda con vivace interesse al calcio, ma anche alle discipline olimpiche, che vedranno diversi atleti locali partecipare alle Olimpiadi di Parigi in programma per l’estate. Chi sono i protagonisti dello sport locale? Li passiamo in rassegna in questo articolo.

Il sogno olimpico

Per un atleta la qualificazione alle Olimpiadi rappresenta il massimo traguardo, il sogno che alimenta e rafforza l’impegno in vista di una competizione che apre lo porte dell’Olimpo dello sport. Su questo fronte in terra calabrese è già pronto il tifo per gli atleti che hanno staccato il biglietto per Parigi 2024. Quando il prossimo 26 luglio prenderà il via la trentatreesima Olimpiade i riflettori saranno tutti puntati su due discipline in particolare: il Taekwondo e i Tuffi.

Vediamo chi sono i due campioni per cui tutta la Calabria si prepara a tifare.

Simone Alessio – Taekwondo

Catanzarese, classe 2000, Simone Alessio è al primo posto nel ranking mondiale per la categoria dei -80 kg. Un campione seguito con grande interesse anche dagli appassionati di scommesse sportive, che sono pronti a partecipare idealmente alle gare del giovane taekwondoka facendo la propria puntata sulla sua performance olimpica.

I suoi 500,24 punti gli sono valsi la qualificazione e ora, dopo essere stato campione del mondo di Taekwondo nel 2019 e nel 2023, il 23enne in forza alla squadra sportiva dei Vigili del Fuoco si prepara a partecipare alle Olimpiadi. La qualificazione è arrivata grazie al trionfo con la squadra della Nazionale durante gli Austrian Open. Per l’atleta di Sellia Marina si tratta in realtà di una seconda volta dopo la partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo nel 2021.

Giovanni Tocci – Tuffi 

Originario della provincia di Cosenza, classe 1994, Giovanni Tocci è già al lavoro per eccellere a Parigi. L’atleta in forza al centro sportivo dell’Esercito, infatti, si prepara a volare in Francia con Lorenzo Marsaglia: insieme i due atleti hanno conquistato l’argento al Campionato Mondiale di Nuoto di Doha, in Qatar, per il sincro dai 3 metri. Tocci, che aveva già conquistato la qualificazione nella gara individuale, disciplina per la quale si è laureato campione d’Europa, gareggerà di nuovo con Marsaglia grazie al suggello che lo storico punteggio di 384,24 ha definitivamente messo sulla partecipazione ai Giochi parigini. Come Simone Alessio, anche Giovanni Tocci non è nuovo alle competizioni olimpiche, a cui ha partecipato altre due volte: nel 2016 a Rio De Janeiro e nel 2021 a Tokyo.

Dalla Calabria al tetto del mondo a…Wall Street! 

Se c’è una disciplina sportiva a cui la Calabria ha fornito il suo marchio di fabbrica, quella è il calcio. Una rapida panoramica delle competizioni calcistiche internazionali degli ultimi decenni ci riporta alla mente nomi che sono scolpiti nella storia dello sport calabrese, primo fra tutti quello di Rino Gattuso. Il campione, originario di Corigliano Calabro, ha fatto il suo esordio nel 1996 con il Perugia per poi approdare nel 1999 al Milan dopo aver militato nel Rangers Glasgow e nella Salernitana. Grande protagonista della vittoria mondiale con la Nazionale italiana nel 2006, Gattuso ha giocato in maglia azzurra anche agli Europei del 2004 e del 2008 e ai Mondiali del 2002 e del 2010.

Quella storica Coppa del Mondo del 2006 porta il nome anche di altri due calciatori calabresi: Simone Perrotta e Vincenzo Iaquinta. Il primo, nato da famiglia cosentina, ha iniziato la sua carriera calcistica con la maglia della Reggina, mentre il secondo, Vincenzo Iaquinta, crotonese di nascita, ha militato nel Castel di Sangro e poi nell’Udinese prima della convocazione in nazionale da parte di Marcello Lippi.

Campioni a parte, la Calabria è una terra interessante anche sul fronte degli investitori e oltre a all’interesse delle storiche realtà imprenditoriali locali, ha intercettato anche quello di cordate imprenditoriali internazionali alla guida di vari fondi di investimento milionari attivi tra New York e Miami: queste ultime hanno in più occasioni espresso l’intenzione di investire in squadre calabresi, tra cui il Catanzaro, la Vibonese e la Reggina. Un chiaro segnale di quanto la scena sportiva calabrese sia considerata vivace e appetibile anche sotto il profilo economico.

La Calabria si prepara a una ribalta sportiva di profilo sempre più internazionale: questa terra, già molto presente sulla scena calcistica italiana, sarà protagonista delle Olimpiadi di Parigi grazie a due atleti, Simone Alessio e Giovanni Tocci che terranno alto il nome della propria regione rispettivamente nel Taekwondo e nei Tuffi. Questa regione, che calcisticamente ha attirato l’attenzione anche di investitori internazionali, si caratterizza per una scena sportiva vivace e promettente, tutta da seguire!