Dom 14 Apr 2024
spot_img
HomeCronacaAbusivismo edilizio nel Catanzarese, ricominciati i...

Abusivismo edilizio nel Catanzarese, ricominciati i lavori di demolizione di un’altra villetta illegale sul mare

Sono ricominciati ieri i lavori di demolizione di un’altra delle costruzioni abusive realizzate in località Caminia di Stalettì nel catanzarese. Anche questo fabbricato abbattuto rientra in quelli realizzati su un’area demaniale e senza alcun titolo edilizio.

L’attuale demolizione riguarda un immobile di quasi 170 metri quadri, che era stato già attenzionato dalla Capitaneria di Porto di Soverato nel 2019 per presunta occupazione abusiva dell’area demaniale. Al tempo venne ordinato lo sgombero dello stabile, che potrà ora essere raso al suolo.

“Si tratta di un esempio di leale collaborazione fra poteri dello Stato, realizzata anche sotto l’egida del Prefetto di Catanzaro, e tesa alla restituzione alla collettività di un bene di particolare pregio naturalistico” spiegano i Carabinieri del Comando Provinciale di Catanzaro in una nota. Le spese della demolizione, anticipate dall’Amministrazione Comunale, saranno recuperate dal trasgressore.

Le prime demolizioni erano state effettuate dopo l’operazione congiunta denominata “Sea View” in base alle indagini dirette dalla Procura della Repubblica con a capo il Dott. Nicola Gratteri e segue i provvedimenti di sgombero e di sequestro operati a seguito della decisione del Tar Calabria, di respingere il ricorso presentato da alcuni cittadini proprietari dei manufatti.