Dom 21 Apr 2024
spot_img
HomeTurismoIl paradiso: è in Calabria

Il paradiso: è in Calabria

La Calabria è una meravigliosa regione italiana. Le esperienze da fare qui sono tantissime e SiViaggia ne ha selezionate davvero imperdibili.

“Ora che le giornate non sono più troppo calde, è davvero bellissimo perdersi tra le strette viuzze di qualche borgo e ammirare i suoi edifici storici. Quali sono i più suggestivi della Calabria? Partiamo da Tropea (in foto), nota meta turistica estiva: mentre c’è ancora qualcuno che si concede un bagno sulla sua spiaggia da sogno, noi possiamo visitare il suo centro storico costruito su una rupe a picco sul mare e, naturalmente, il meraviglioso Santuario di Santa Maria dell’Isola.

Inserito tra i Borghi più belli d’Italia, il paesino di Stilo si trova ai piedi del Monte Consolino ed è immerso nella natura, tra faggi e abeti bianchi. Uno dei suoi monumenti storici più preziosi è la Cattolica, deliziosa chiesa che rappresenta la più suggestiva testimonianza di architettura bizantina del sud Italia.

Un’altra meta imperdibile è il borgo di Santa Severina, costruito su un promontorio roccioso da cui si può ammirare l’intera valle del fiume Neto e la costa ionica. Molto affascinante è il Castello Normanno, che svetta con le sue torri cilindriche al di sopra del centro abitato. Risale all’XI secolo, ed è un vero gioiello.

Nell’entroterra cosentino c’è poi il borgo di Luzzi, che spunta su una collina lussureggiante ai cui piedi scorrono due bellissimi torrenti. Il centro storico ospita alcuni splendidi monumenti, come la Chiesa di Sant’Angelo: si ritiene sia stata costruita nel ‘300, e al suo interno custodisce preziose opere d’arte come una tela proveniente dalla scuola di Leonardo da Vinci.

Spostiamoci ora lungomare, per ammirare il borgo di Brancaleone. Viene chiamato anche la “città delle tartarughe di mare”, perché la sua spiaggia è spesso frequentata da esemplari di Caretta caretta in cerca di un luogo dove deporre le loro uova. Basta allontanarsi di poco dalla costa per visitare poi il vecchio nucleo del paese, ormai disabitato e in completo stato di abbandono.

Amanti della natura? Una delle tappe imperdibili è il borgo di Civita, che si trova nel cuore del Parco Nazionale del Pollino. Il paesino è stato costruito su un altopiano a strapiombo sulle Gole del Raganello, che offrono uno scenario a dir poco incantevole. È davvero il posto ideale per fare trekking e divertirsi all’aria aperta.

Il borgo di Nicotera è adagiato su una collina da cui si gode di un bellissimo panorama della Piana di Gioia Tauro e del mar Tirreno, dove si affaccia la località di Nicotera Marina. Nel centro storico possiamo visitare il meraviglioso Castello Ruffo, una dimora gentilizia che oggi ospita il Museo Archeologico, con tantissimi reperti provenienti dalle vicine necropoli.

Uno dei luoghi più suggestivi della regione è il borgo di Morano Calabro: incastonato nella natura rigogliosa del Pollino, è dominato dal bellissimo Castello Normanno-Svevo che oggi è soltanto un rudere. In paese, non possiamo dimenticare di visitare la splendida Fontana di Piazza San Nicola, costruita nel ‘500 su un ampliamento dell’antico acquedotto pubblico.

Affacciato lungo la costa tirrenica, il borgo di Amantea è una delle più note destinazioni turistiche balneari. Ma c’è molto di più, oltre alle sue splendide spiagge: dall’alto della collina che domina il paese ci sono le rovine dell’antico Regio Castello, piuttosto difficili da raggiungere – ma che offrono un panorama unico al mondo.

Infine, andiamo alla scoperta del borgo fantasma di Pentedattilo, che deve il suo nome agli spuntoni di roccia che lo circondano, i quali somigliano a delle dita. Il paese è stato abbandonato nel 1971, a causa di alcune frane che avevano compromesso la stabilità degli edifici. Ma negli ultimi anni diverse attività hanno ripopolato il centro storico, che ospita anche un festival itinerante dedicato alla cultura grecanica.