Mar 21 Mag 2024
spot_img

banner greco elezioni europee

HomeAttualitàOltre 2 milioni di euro per...

Oltre 2 milioni di euro per il santuario di Sant’Antonio a Lamezia, l’annuncio di Wanda Ferro

Un finanziamento di oltre 2 milioni di euro è stato destinato dal Fondo edifici di Culto del Ministero dell’Interno per i lavori di ristrutturazione della chiesa e del convento di Sant’Antonio a Lamezia Terme.

A renderlo noto è il sottosegretario all’Interno Wanda Ferro, dopo che la Direzione centrale degli affari dei culti e per l’amministrazione del Fec del Viminale, acquisendo il parere favorevole della Soprintendenza di Catanzaro, ha assicurato il finanziamento della somma richiesta dalla Prefettura di Catanzaro, che sarà destinata ai lavori di ristrutturazione edilizia del secondo piano e di recupero delle coperture e delle volte del convento, dando disponibilità ad assumere direttamente le funzioni di stazione appaltante.

“Ulteriore dimostrazione di attenzione del Ministero”

L’intervento si aggiunge a quello di 300mila euro già deliberato a dicembre 2021 dal Cipe, per lavori di ristrutturazione e recupero delle coperture e delle volte della Chiesa e del Convento, autorizzati dal Fec e dalla Soprintendenza e seguiti dalla Regione Calabria sulla base di un’intesa con la Curia Provinciale dei Frati Cappuccini di Calabria, che ha in uso il complesso immobiliare. Lavori che sono stati consegnati alla ditta incaricata nel luglio 2023.

“Questo nuovo finanziamento – spiega il sottosegretario Ferro, delegata al Fec – è un’ulteriore dimostrazione dell’attenzione del Ministero dell’Interno per la conservazione e la valorizzazione degli edifici sacri di proprietà del Fec,  come il complesso di S. Antonio di Padova a Lamezia Terme, che rappresenta un fiore all’occhiello del turismo religioso calabrese e una importante meta di pellegrinaggio, ospitando tra l’altro opere d’arte di grande valore come un dipinto di Andrea Cefaly raffigurante l’Immacolata e il quadro di Sant’Antonio datato 1664, opera del pittore Giacomo Stefanone”.