Dom 19 Mag 2024
spot_img

banner greco elezioni europee

HomeCostume & SocietàAmbienteNasce la delegazione AMI Cosenza-Tropea: un...

Nasce la delegazione AMI Cosenza-Tropea: un faro di speranza per un futuro più verde

Una serata di impegno e passione ha illuminato l’Hotel San Francesco di Rende con la presentazione della delegazione Cosenza-Tropea di Ambiente Mare Italia (AMI), guidata dalla carismatica presidente Elena Pistilli.

Patrocinato dalla Provincia di Cosenza e dall’Università della Calabria, l’evento ha radunato una coalizione di eccellenze: accademici, esperti e leader istituzionali, tutti mossi da una visione comune di innovazione e cambiamento.

Dopo i saluti accademici di Patrizia Piro (professore ordinario di Costruzioni Idrauliche e Idrologia, pro-rettore dell’Università della Calabria), l’evento ha preso vita con interessanti relazioni che hanno tracciato una mappa per un futuro più verde e prospero.

Sono intervenuti: Elena Pistilli (presidente AMI delegazione Cosenza-Tropea), Alessandro Botti (presidente nazionale Ambiente Mare Italia), Giuseppe Mendicino (professore ordinario di Costruzioni Idrauliche e Idrologia, direttore del dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente DIAm dell’Università della Calabria), Elvira Brunelli (professore ordinario di Zoologia DiBEST dell’Università della Calabria), il campione del mondo di fotografia subacquea Francesco Sesso (ricercatore DIAm dell’Università della Calabria), Manuela Russo (operatrice SiMU, Sistema Museale Università della Calabria), Paola Granata (presidente Confagricoltura di Cosenza), il direttore del CREA (Centro di Ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura) Enzo Perri, l’avvocato penalista Anita Frugiuele (giornalista).

L’evento ha conquistato l’attenzione e il plauso di un pubblico appassionato.

La delegazione Cosenza-Tropea di AMI si erge come un baluardo di innovazione e determinazione, pronto a mobilitare la comunità e le istituzioni in una missione comune: proteggere e valorizzare il nostro prezioso patrimonio ambientale. Un vero e proprio esercito verde, pronto a combattere per la tutela e la salvaguardia del nostro Pianeta, con idee chiare e progetti concreti, guida la marcia verso un futuro in cui l’uomo e la natura coesistono in armonia.

Il presidente nazionale Ambiente Mare Italia (AMI ETS) Alessandro Botti ha dichiarato: «L’AMI mette in vista la necessità di una crescita della cultura ecologica dei nostri ragazzi, degli studenti e di tutti i cittadini. Si parte dalla consapevolezza dell’importanza del nostro territorio e della ricchezza di biodiversità. Il nostro slogan è: “Se lo conosci lo AMI, se lo AMI lo proteggi”.

Quindi, la conoscenza, la consapevolezza sono essenziali per creare amore nei confronti della natura e dell’ambiente. Dall’amore far nascere l’attenzione nei confronti della protezione. Il coinvolgimento dei cittadini e degli studenti serve anche a ispirare i loro comportamenti a quelle buone pratiche individuali e collettive che possono aiutare il nostro Pianeta a uscire da una crisi che è sotto gli occhi di tutti.

Il 10 aprile è iniziata la Settimana Verde dell’AMI. Sono oltre 130 gli eventi organizzati in 14 Regioni. La Calabria è la prima per numero di eventi con oltre 40 appuntamenti di intervento ambientale, monitoraggio delle spiagge, divulgazione tra i cittadini e, specialmente, tra gli studenti. Ogni anno, cerchiamo di veicolare un messaggio. Il claim di quest’anno è: “Ogni goccia conta”. Un mare di piccole azioni serve a dare forza al Pianeta».

A proposito della nascita della delegazione AMI Cosenza-Tropea, Botti ha affermato: «La presidente Elena Pistilli ha tutta la mia amicizia. L’entusiasmo e l’amore che ha per questa terra saranno di grande aiuto nella sua azione insieme al suo team di lavoro».

La presidente delegata AMI Cosenza-Tropea Elena Pistilli: «Il nostro obiettivo è far dialogare l’Università e le istituzioni con il territorio. Ma non solo. Anche Confagricoltura e il Crea sono stati coinvolti in questo progetto. Questo significa creare tavole rotonde finalizzate alla realizzazione di importanti iniziative.

Lavoreremo anche con le scuole: grazie al progetto AMI Scuole è possibile adottare un habitat biologico, un parco, una spiaggia. I ragazzi, specialmente gli studenti delle superiori, possono entrare in contatto con l’ambiente in maniera diretta. AMI lavora all’interno di tutto il territorio nazionale, però mancava una delegazione sulla costa tirrenica calabrese. Mi auguro che dopo la nostra, possano nascerne tante altre».

Il pro-rettore dell’Università della Calabria Patrizia Piro ha ringraziato i promotori del progetto, la presidente Elena Pistilli e l’intero team di professionisti perché «aiutano l’Università a realizzare uno dei tre obiettivi fondamentali: la terza missione. Gli obiettivi sono: didattica, ricerca e terza missione. Nessuno dei tre può realizzarsi se non c’è totale osmosi tra loro. E questa osmosi può avvenire semplicemente se c’è stretta collaborazione tra il territorio e l’Università».

Il direttore del dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente DIAm dell’Università della Calabria Giuseppe Mendicino ha evidenziato l’importanza del ruolo delle istituzioni e delle organizzazioni accademiche in questo progetto ed ha spiegato che: «Come Dipartimento, a parte le ricerche nell’ambito ambientale e per ciò che concerne le tematiche del mare, abbiamo il corso di studi di Ingegneria per l’Ambiente e la Sicurezza del Territorio e il corso di studi, partito recentemente, in Tecnologia del Mare e della Navigazione.

Quindi, siamo molto attenti alla salvaguardia ambientale e alla sostenibilità. Per ciò che concerne il mare abbiamo una serie di competenze inerenti alle dinamiche costiere, alla gestione dei porti, all’economia circolare sempre nel rispetto delle linee guida dell’Agenda 2030».

Come colonna sonora di questa sinfonia di impegno, durante la presentazione della delegazione AMI Cosenza- Tropea, il violinista del Trio Italico, Antonio De Paoli, ha regalato attimi di pura magia musicale, ricordando che la bellezza della natura è parte integrante della nostra esistenza.