Mar 25 Giu 2024
spot_img
HomeCostume & SocietàMercato digitale, cresce il peso della...

Mercato digitale, cresce il peso della Calabria

La Calabria si posiziona sempre più al centro della rivoluzione digitale italiana, con un mercato che ha raggiunto il valore di un miliardo di euro nel 2023: è quanto emerge dai dati più recenti in materia, che dimostrano come la regione stia rapidamente colmando il divario tecnologico che la separa dal resto del Paese. Si tratta di un risultato estremamente soddisfacente, oltre che sorprendente, possibile grazie all’incremento della digitalizzazione nelle imprese calabresi, che ha toccato il 53% negli scorsi 12 mesi, dimostrando un significativo progresso rispetto agli anni precedenti. Ma vediamo meglio cosa sta accadendo.

nasa

Il ruolo chiave dell’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale (IA) è diventata uno degli argomenti più caldi nel dibattito economico e politico globale, tra i più entusiasti, che vedono in questa nuova frontiera tecnologica un’opportunità di sviluppo unica, e coloro che invece temono ripercussioni in tema occupazionale e di qualità degli output. Le discussioni sono tuttora molto accese, ma nel frattempo l’utilizzo dell’IA cresce e si consolida in tutto il mondo, non soltanto su internet, dove spiccano per esempio le esperienze delle società digitali di intrattenimento che sfruttano l’intelligenza artificiale per personalizzare l’esperienza d’uso delle piattaforme di streaming e di quelle di gioco, proponendo contenuti più vicini ai gusti espressi dagli utenti e adattando il livello di difficoltà dei tavoli di poker e di altri svaghi in base a quanto mostrato dai singoli giocatori, ma anche nel campo manifatturiero e dei servizi locali. In Calabria, in particolare, l’adozione dell’IA è al centro delle iniziative di sviluppo digitale, non solo nelle grandi realtà ma anche in numerose PMI locali, che stanno sviluppando attente strategie di implementazione di questi sistemi.

L’IA, sebbene sia ancora poco utilizzata dalle piccole imprese italiane, offre d’altronde enormi potenzialità e, se ad oggi solo il 5% delle imprese con almeno 10 dipendenti utilizza sistemi di questo tipo, contro una media dell’8% nell’Unione Europea, l’obiettivo deve essere quello di ridurre il gap affinché tutte le realtà economiche possano trarre vantaggio dall’adozione di tecnologie avanzate per aumentare la loro competitività.

Il mercato digitale calabrese: un settore in espansione

Ciò che però fa notizia in queste settimane è la rapida espansione del mercato digitale in Calabria, un comparto che ha raggiunto circa 1,09 miliardi di euro nel 2022, con un aumento dello 0,3% rispetto al 2021. L’incremento percentuale, sebbene modesto, colloca la Calabria al quarto posto tra le regioni del Mezzogiorno per crescita del settore digitale, dimostrando come anche questo territorio possa svolgere un ruolo da protagonista nel cammino verso il futuro.

L’importante progresso è stato facilitato, tra l’altro, dall’impegno congiunto di istituzioni, università e imprese nel promuovere la digitalizzazione e l’innovazione tecnologica, a dimostrazione di come sinergie di questo tipo possano dare risultati importanti al di là delle difficoltà strutturali di cui si parla spesso.

digitale intelligenza artificiale

Competenze e infrastrutture: i pilastri della digitalizzazione

Per competere efficacemente, la Calabria deve però continuare a sviluppare solide infrastrutture di calcolo e di trasmissione dei dati, oltre a migliorare le competenze digitali sia di base che avanzate. Le università locali, come l’Università della Calabria, giocano un ruolo di primo piano in questo processo, formando talenti e collaborando con le imprese per favorire l’adozione di tecnologie innovative.

Secondo il Global AI Talent Tracker del Think Tank Marco Polo, attualmente sono gli Stati Uniti e la Cina a dominare il panorama globale dei talenti nell’IA. L’Europa, e quindi anche l’Italia, deve fare uno sforzo maggiore per trattenere i propri talenti e competere a livello internazionale, per questo motivo iniziative locali come quelle del Digital Innovation Hub Calabria sono fondamentali per rafforzare la rete di competenze e promuovere l’innovazione.

Nonostante le prospettive positive e i dati in crescita, il mercato dell’IA in Italia è tuttavia ancora meno sviluppato rispetto ad altri paesi industrializzati. È dunque essenziale avere una visione strategica che acceleri gli investimenti e rafforzi le competenze digitali, sul territorio nazionale così come in Calabria, una regione che con un mercato digitale in ascesa, può diventare un vero e proprio esempio di successo, a patto di riuscire a colmare il gap tecnologico e adottare l’IA in modo sempre più responsabile e sostenibile.