Dom 16 Giu 2024
spot_img
HomeCronacaDetenuto appicca fuoco nel carcere di...

Detenuto appicca fuoco nel carcere di Castrovillari, tre intossicati

Tragedia sfiorata nell’istituto penitenziario del Pollino. Un detenuto di origini turche, nella serata di ieri, ha appiccato fuoco al materasso e ad alcune suppellettili presenti all’interno della sua cella nel carcere di Castrovillari.

E’ quanto riferiscono, in una nota, le segreterie dei sindacati della polizia penitenziaria Sappe, Uspp e Fns Cisl.

Le fiamme, spiegano i sindacati, hanno provocato una densa nube di fumo mettendo in grave pericolo la vita del detenuto straniero e richiedendo un’azione rapida da parte del personale di Polizia penitenziaria che, con l’ausilio di altri agenti fuori servizio, è riuscito a domare le fiamme.

Tre agenti sono rimasti intossicati a causa della quantità di fumo inalato e sono stati trasportati nel Pronto soccorso di Castrovillari da dove sono stati dimessi dopo un periodo di osservazione.

“Eventi simili – si sottolinea nella nota congiunta di Sappe, Uspp e Fns Cisl – sono ormai all’ordine del giorno e solo grazie alla professionalità del personale di Polizia penitenziaria si riesce a limitare i danni. Il personale, ormai non più giovane, è al limite delle forze e con turni massacranti. Ci appelliamo alle istituzioni preposte e alla politica perché intervenga urgentemente sulla situazione del penitenziario di Castrovillari, ormai una bomba a orologeria, per riuscire a salvaguardare il diritto dei lavoratori alla salute e alla sicurezza”.