Mer 19 Giu 2024
spot_img
HomeTurismoLa ciclovia come destinazione turistica: sul...

La ciclovia come destinazione turistica: sul Pollino gli stati generali degli operatori

Sabato 15 giugno alle ore 10, Catasta e Ciclovia dei Parchi convocano gli Stati Generali, la prima grande occasione di confronto tra stakeholder che operano lungo il percorso che da Laino Borgo a Reggio valorizza le aree naturalistiche della regione.

L’iniziativa sarà articolata come momento costruttivo di analisi e di scambio di idee per potenziare la Ciclovia dei Parchi nel suo status di destinazione turistica, per garantirle un posizionamento vincente nel panorama competitivo globale facendo della Calabria il vero riferimento per il prossimo futuro.

Ad introdurre l’incontro saranno Giovanni Aramini del Dipartimento ambiente della Regione Calabria e Bruno Niola, responsabile della comunicazione della Ciclovia dei Parchi Calabria.

Con i suoi 545 chilometri di tracciato, la Ciclovia ha tutte le carte per far esplodere il movimento di viaggiatori, sempre più in crescita, che amano il turismo lento, approfondire l’esperienza di un territorio godendo il ritmo della pedalata, ammirando paesaggi e incontrando comunità, queste ultime cuore pulsante di una strategia di crescita territoriale che mette al centro la bicicletta e i servizi collegati ad essa.

Il confronto tra stakeholders che operano lungo il percorso sarà una grande occasione di consolidamento di sistema territoriale, proprio nell’ottica di accelerare lo slancio delle aree interne elette mete privilegiate del turismo sostenibile.

Gli Stati Generali saranno preceduti, venerdì 14 giugno alle 16:30, da un altro importante appuntamento di confronto con Sebastiano Venneri, responsabile nazionale di Legambiente Turismo e presidente di Vivilitalia che incontrerà gli operatori turistici e tutti coloro i quali pensano di investire sull’asset del turismo verde e del cicloturismo. L’incontro verterà sull’approfondimento del mercato, sulle strategie utili, su dati e case studies da prendere come riferimento per diventare operatori virtuosi e far decollare la Ciclovia come destinazione turistica d’eccellenza.

«Abbiamo voluto inserire questi due incontri perché sappiamo quanto la crescita di una destinazione turistica debba necessariamente basarsi su una consolidazione di rete, su una mentalità condivisa di sistema. Avremo l’opportunità tutti noi operatori, e chi crede nell’enorme potenziale turistico del patrimonio naturale, culturale e sociale valorizzato dalla Ciclovia, di incontrarci, di conoscerci, di apprendere da esperti del settore per costruire insieme, per crescere insieme. Ringraziamo la Ciclovia dei Parchi che ha sin da subito condiviso il progetto degli Stati Generali facendolo proprio e rendendone possibile l’organizzazione».

Il Pollino Bike Festival si conferma quindi con questa seconda edizione, uno degli eventi di punta del programma di promozione del Cicloturismo. Sport, territorio, comunità, l’evento è riuscito a legare tre aspetti fondamentali della destinazione Calabria, facendo squadra con operatori e giovani del territorio dando vita ad un ricchissimo programma di iniziative per grandi e piccoli, collaterali alla Marathon degli Aragonesi, l’evento nell’evento, la gara per ruote grasse inserita nel circuito del Trofeo dei parchi naturali che quest’anno festeggia il decimo anniversario. Attività outdoor con le guide ufficiali del Parco e pedalate alla scoperta del Parco Nazionale del Pollino, momenti di condivisione, di festa e anche la gara dei piccoli ciclisti organizzata da FCI e Calabria Cycling Academy, animeranno il territorio.