Mar 25 Giu 2024
spot_img
HomeCronacaMaxi evasione dell’Iva, sequestrati beni mobili...

Maxi evasione dell’Iva, sequestrati beni mobili per mezzo milione di euro a imprenditore reggino

I Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi, diretta da Emanuele Crescenti, hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal gip del locale Tribunale, che dispone l’applicazione della misura cautelare del sequestro di beni mobili ed immobili per un pari a € 465.925,64, nei confronti del titolare di una ditta individuale di Seminara (RC).

In particolare è stato disposto il sequestro delle disponibilità finanziarie dell’indagato, nonché dei beni mobili ed immobili riconducibili al medesimo.

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Palmi, attraverso un controllo fiscale concluso nell’aprile di questo anno, hanno ricostruito l’ammontare delle imposte relative agli anni dal 2020 al 2022, per i quali il rappresentante legale della ditta controllata non ha presentato le prescritte dichiarazioni ai fini Iva e II.DD., venendo di conseguenza segnalato all’Autorità Giudiziaria per il superamento delle soglie di punibilità delle imposte evase.

All’esito delle indagini, pertanto, il gip del Tribunale di Palmi, condividendo la proposta avanzata dalla Procura della Repubblica ha disposto il sequestro delle somme evase.