Mar 25 Giu 2024
spot_img
HomeAttualitàSalute&BenessereLa chemio diventa smart, verso nuovi...

La chemio diventa smart, verso nuovi potenti farmaci: minori effetti collaterali e tossicità

Sono definiti anticorpi farmaco-coniugati e rappresentano l’ultima ‘evoluzione’ della chemioterapia, una sorta di ‘chemioterapia intelligente’ in cui la massima efficacia si coniuga con minori effetti collaterali e tossicità.

La tecnologia innovativa

Si tratta di una «tecnologia innovativa» – afferma Perrone – finalizzata a portare il farmaco direttamente all’interno del tumore: l’anticorpo va cioè a legarsi al bersaglio molecolare presente sulla cellula tumorale e, una volta ‘agganciata’ la cellula cancerosa, rilascia al suo interno i farmaci chemioterapici che trasporta.

L’importanza degli anticorpi farmaco-coniugati

In questo modo, infatti, si possono ora utilizzare dei farmaci chemioterapici molto potenti ed efficaci che finora risultavano però molto tossici per le cellule sane dell’organismo.

Prospettive future

Si stanno dunque «rivalutando vari chemioterapici potenti ma considerati finora citotossici. Degli anticorpi farmaco-coniugati si è molto parlato all’Asco: nati da pochi anni, al momento ne sono disponibili 4-5 ma entro un anno arriveremo ad una decina in totale, in particolare – precisa – per il trattamento del tumore del polmone, del seno e contro il mieloma. Vari sono inoltre gli studi di fase 1 per valutare l’utilizzo di nuove molecole con questa tecnologia».