Mar 25 Giu 2024
spot_img
HomeAttualitàCalabria Design Festival, al via la...

Calabria Design Festival, al via la rassegna su architettura, design e grafica

Domani, venerdì 7 giugno, alle 16,30, a palazzo Arnone – sede della Galleria Nazionale di Cosenza – è in programma l’inaugurazione del “Calabria Design Festival”.

A battezzare la terza edizione sarà la conferenza di apertura dell’architetto Alessandro Cambi del prestigioso studio IT’S Vision, recente vincitore del progetto di riqualificazione della piazza della Stazione Termini a Roma.

A seguire, alle 19, una performance musicale dell’architetto Tommaso Muto introdurrà l’installazione “Di passo in passo” di Rosa Vetrano, un omaggio al desiderio e necessità di riconciliarsi con la natura. Sempre nel cortile di Palazzo Arnone, sarà poi allestita la mostra “Calabria Creativa Mapping”, nello spazio della reception del Museo la mostra fotografica intitolata “Viaggio fotografico a Sud, tra rovine moderne e suggestioni classiche”, con immagini di Luca Chistè, e non mancherà, inoltre, una parte dedicata alla tecnologia e al design degli infissi curato da COGES.

Sabato 8 giugno sarà invece dedicato al lancio della piattaforma di dialogo e confronto “I-CALAB/Innovazione Competizione Calabria”, volta a evidenziare come la collaborazione tra progettisti e imprese possa generare innovazione nella nostra regione. Sempre l’8 giugno, alle 19, sarà restituita alla fruizione pubblica la chiesa di San Rocco con una mostra personale dell’architetto Giulia Brutto intitolata “La bellezza dell’Abitare”

Domenica 9 giugno, alle 10, si svolgerà la premiazione di “Calabria Creativa Mapping”, con otto riconoscimenti attribuiti a diverse figure di talenti creativi calabresi, alla presenza di esponenti del mondo del design, della cultura e dell’impresa.

Contestualmente alle tre giornate-clou del “Calabria Design Festival”, si aprono le mostre all’interno di questa edizione che resteranno aperte fino al 10 luglio e saranno accompagnate da ulteriori eventi tra giugno e luglio. 

Cos’è il Calabria Design Festival? È un appuntamento nel segno della “Bellezza Necessaria”.

Purtroppo, i dati nazionali vedono la Calabria all’ultimo posto per investimenti sistemici nel campo del design, e così il Calabria Design Festival si propone di mettere in circolo un movimento di confronto e riflessioni, attraverso principalmente una mostra centrale dedicata al talento creativo calabrese. L’evento lungo un mese, si muoverà tra la Galleria Nazionale di Palazzo Arnone a Cosenza e la chiesa di San Rocco finalmente riaperta al pubblico.

A partire da domani, 7 giugno, sarà possibile visitare una serie di mostre e installazioni dedicate al design, all’architettura, alla grafica, alla moda e alla fotografia. Da venerdì 7 a domenica 9 giugno a palazzo Arnone saranno concentrati in particolare gli appuntamenti su seminari e dibattiti in cui saranno affrontati temi di attualità del settore. 

Qualche dato: secondo il rapporto della Fondazione Symbola, la Calabria è ultima in Italia con solo lo 0,2% di investimenti nel design (prodotti, grafica, packaging, comunicazione visiva, eccetera). 

Su queste premesse, la Società Scientifica Riagita, promotrice del Calabria Design Festival, si propone di sensibilizzare istituzioni, aziende e amministrazioni sull’importanza del design come leva strategica di sviluppo e cambiamento, anche in una regione difficile e complessa come la Calabria.

Un Festival per il Talento Creativo Calabrese

Protagonista di questa edizione sarà l’esposizione di progetti, immagini e grafiche di creativi e designer calabresi indipendenti, selezionati attraverso il bando “Calabria Creativa Mapping”. Questo bando ha raccolto oltre 120 figure professionali tra grafici, illustratori, designer, architetti, fotografi, chef e artigiani, tutti nati in Calabria, ma per gran parte, attualmente, operativi altrove. La mappa di questi talenti sarà racchiusa in un sito digitale in continuo aggiornamento.  

Design e Sostenibilità Ambientale 

Il design per la sostenibilità ambientale, soprattutto in Calabria, diventa strumento essenziale per migliorare le condizioni ambientali, urbane e imprenditoriali, promuovendo la transizione ecologica e l’adozione di necessari processi produttivi green.