Mer 19 Giu 2024
spot_img
HomeAttualitàCassano, centenaria telefona al sindaco per...

Cassano, centenaria telefona al sindaco per andare a votare

In un periodo storico in cui si parla sempre più di antipolitica e di anni in cui si assiste a veri e propri crolli dei dati dell’affluenza alle urne, un importante esempio e testimonianza arriva oggi dalla signora Rosetta Ierovante.

L’anziana, che è diventata centenaria da pochi giorni, infatti, ha contattato il sindaco Giovanni Papasso per essere accompagnata alle urne per l’alto senso civico.

Un invito accettato di buon grado dal sindaco Papasso che, poco fa, l’ha accompagnata al proprio seggio (il numero 6) per espletare il proprio diritto al voto. Presenti anche i figli della signora, Cenzino e Aldo, che si prendono cura della madre e l’hanno condotta alla scuola dove la signora vota.

“Il voto – ha commentato il sindaco – è un diritto sacrosanto, una conquista che non bisogna mai sottovalutare. Una vittoria arrivata dopo anni di lotte e che ha lasciato anche tanti morti sul campo.

Ringrazio la signora Rosetta per la chiamata e per la richiesta che mi ha fatto stamattina e che mi ha reso felice sia per la fiducia riposta in me e nel ruolo che ricopro sia, soprattutto, perché spero che nonna Rosetta possa rappresentare un esempio per tutte le nuove generazioni perché come diceva Paolo Borsellino, con una frase forse troppo spesso abusata al giorno d’oggi, il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano.

E Rosetta è il simbolo più lampante di questa voglia di poter esercitare il proprio diritto anche a cento anni d’età. Bisogna andare a votare, andiamoci tutti, per cambiare il destino nostro, dell’Italia e dell’Europa”.