Ven 18 Giu 2021
Advertising
Home Sanità Ospedali calabresi nel mirino de Le...

Ospedali calabresi nel mirino de Le Iene

L’inviato de Le Iene Gaetano Pecoraro si sposta in Calabria dove ha potuto constatare le storture di due nosocomi veramente da incubo. La troupe di Italia 1 è stata in strutture dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria e quello che ha riscontrato è davvero deplorevole, una vergogna. Nei presidi di Locri e Polistena, il degrado (di ogni genere) regna sovrano. 

Le Iene, viaggio negli ospedali calabresi: “Questa è la situazione” 
Ecco cosa ha scoperto l’approfondimento del programma Mediaset Le Iene:

Lo stato delle strutture e la situazione dei concorsi è preoccupante e per alcuni qui dietro c’è l’ombra della ‘ndrangheta. Siamo stati in corsia tra soffitti che cadono e infiltrazioni d’acqua, ma anche ascensori che non funzionano e porte d’emergenza che non si aprono. Qui però ci sono anche responsabili che cambiano in continuazione e per cui è difficile fissare le responsabilità e le inchieste sono ritenute “rognose”, come ci dicono dal Palazzo di giustizia. Tutto questo costa 800 milioni di euro all’anno per 460 posti. Il Policlinico di Milano invece, per il doppio dei posti, costa la metà. Dove sono finiti tutti questi soldi, nonostante gli ospedali cadano a pezzi? Gaetano Pecoraro lo ha chiesto al direttore dell’Asl, che tra l’altro è sia direttore generale che sanitario della stessa struttura. Una doppia carica che non potrebbe avere.