Il Cai di Castrovillari spegne le prime 20 candeline

13
Stefano Ardito CAI Castrovillari
Stefano Ardito CAI Castrovillari

Il Cai “Club Alpino Italiano”, sezione di Castrovillari, ha festeggiato i suoi 20 di attività e lo ha fatto con una serie di eventi che hanno testimoniato lo spirito di questi pionieri ed appassionati della montagna mossi dall’amore verso il massiccio calabro-lucano dagli anni cinquanta in poi. Dopo la mostra “I Pionieri del Pollino” curata da Mimmo Pace e dagli oltre trecento soci e l’escursione a Timpa di Porace e Timpa di Cassano, il compleanno è stato sottolineato da un incontro che ha visto la presenza di Stefano Ardito, escursionista, scrittore, poeta, giornalista di fama internazionale. Il suo regalo per queste 20 candeline, è stata una proiezione dal titolo:” dall’Himalaya all’Appennino” una sorta di viaggio dell’escursionista Ardito tra , storie di ambiente , storie di sentieri , storie di alpinismo storie di grandi personaggi della montagna che uniscono l’Appennino con le Alpi con le grandi montagne del mondo. Tante e diverse le attività svolte dal Cai in questi 20 anni, sotto la guida prima del Prof Eugenio Iannelli ed ora del presidente Carla Primavera che ha tratteggiato nel corso dell’incontro, moderato dalla giornalista, Anna Rita Cardamone, la conoscenza e lo studio delle montagne, specialmente di quelle Italiane e la difesa del loro ambiente naturale. Le cose fatte, dai 34 sentieri definiti prioritari, che contano complessivamente 250 km e che ufficialmente, dal 2010, sono fruibili nel Parco del Pollino, il Rifugio Biagio Longo, su incarico conferito dall’Ente Parco e le cose da fare sottolineate poi dal Presidente del Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra, rimarcando che “ la collaborazione continua tant’è che in questi giorni si sta per approvare il grande progetto della rete sentieristica calabrese che parte dal Pollino ed arriva fino all’Aspromonte ed abbiamo scelto il Cai come soggetto che di fatto certificherà la qualità di questa nuova rete sentieristica che prende come tragitto principale il sentiero Italia. Io mi auguro, ha concluso il presidente Pappaterra, che questa collaborazione con il Cai si possa mantenere nel tempo”. Nel corso dell’incontro, il presidente regionale del soccorso Alpino Calabria, Giacomo Zanfei, ha omaggiato la presidente Carla Primavera, con il gagliardetto della loro sezione. Presenti tra gli altri il sindaco di Castrovillari, Mimmo lo Polito, il Consigliere regionale, Franco Sergio, il consigliere provinciale Carlo Lo Prete, il Presidente regionale Cai, Maria Rosaria D’Atri oltre naturalmente ad appassionati delle montagna e camminatori come ha sottolineato nel suo intervento la presidente Primavera, che non si fermano alla prima tappa, al primo obiettivo, ma da questo traggono nuova linfa e motivazioni per proseguire, arricchendosi di nuove e avvincenti scoperte, sempre col denominatore primordiale che è la Montagna.

Anna Rita Cardamone

 

Pubblicità