Home Costume & Società Cultura Aieta, prende il via la nona...

Aieta, prende il via la nona edizione della Summer School

Ha preso il via, nelle sale del Palazzo Rinascimentale di Aieta, la nona edizione della Summer School Giornate d’Europa. Ideato da Gennaro Cosentino e promosso dall’Associazione Socio-Culturale Centro Rinascimento, il laboratorio di pensiero si pone l’obiettivo di diffondere la cultura europeista e favorire l’integrazione tra Europa e Mediterraneo, Europa e Sud, partendo dal basso.

Il progetto prende spunto dall’attività degli intellettuali del Gruppo di Coppet che, già nell’Ottocento, riflettevano su un’Europa unita nel segno delle libertà, dei diritti umani, del federalismo e della parità tra uomo e donna. La Summer School si ispira anche alla lungimirante esperienza dei promotori del Manifesto di Ventotene, che promossero l’idea di un’Europa “libera e unita”. Coppet, Ventotene, Aieta: l’esperienza di questi piccoli paesi dimostra la necessità di far ripartire dal basso la riflessione e l’impegno per l’Europa.

La Summer School si avvale della partnership del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Unical, del Coordinamento Regionale delle Consulte Provinciali degli Studenti, della Fondazione Carical, del CSV di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, del comune di Aieta, della Bcc Mediocrati, del comune di Aieta e della Regione Calabria.

L’iniziativa è rivolta a studenti e laureati e vede quest’anno la partecipazione di studenti provenienti da vari Paesi grazie alla collaborazione con l’Ufficio Speciale Relazioni Internazionali dell’Unical e di studenti delle scuole superiori determinata dall’accordo con il Coordinamento Regionale delle Consulte Provinciali degli Studenti.

Il tema di questa edizione: “Europa, piacere di conoscerti. Sapere per costruire” riflette l’alto valore formativo dell’iniziativa, che ha consentito alla Summer School di arrivare tra i finalisti del Premio “Altiero Spinelli” della Commissione Europea, la cui cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso 29 ottobre. Giornate d’Europa ha inoltre ottenuto il Patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e ha intitolato una Borsa di Studio ad Antonio Megalizzi, giovane-simbolo dell’impegno per l’informazione e l’Europa, vittima dell’attentato a Strasburgo dell’11 dicembre 2018. La famiglia Megalizzi ha concesso l’autorizzazione all’intitolazione della Borsa di Studio e sarà presente, con un proprio rappresentante, all’evento.

Ad aprire i lavori è stato il presidente del “Centro Rinascimento” Gennaro Cosentino.

“La nostra è un’idea di Europa dal basso, dal Mediterraneo – ha dichiarato – perché il mito di Europa è patrimonio della cultura classica e dobbiamo conoscere per costruire. Il tema di quest’anno, Europa, piacere di conoscerti. Sapere per costruire, riassume il nostro scopo e l’impegno che portiamo avanti da nove anni: ripartire da uno dei borghi più belli d’Italia per costruire un’unione solida, basata sulla cultura, sulla bellezza e sui giovani”.

Le attività sono proseguite con l’intervento di Francesco Sallorenzo, guida ufficiale del Parco Nazionale del Pollino, che ha illustrato ai corsisti le caratteristiche di un territorio unico, incastonato tra Calabria e Basilicata.

Renzo Baldino, già direttore del Castello di Coppet, ha tirato le fila dell’idea di Europa nella storia e nel gruppo di Coppet.

Ivonne Spadafora, Responsabile comunicazione POR Calabria FESR FSE, è intervenuta nell’ambito dell’ottavo ciclo di Focus di informazione e comunicazione sui Fondi Comunitari. Comunicazione è sinonimo di trasparenza e vicinanza ai cittadini. La Regione Calabria, attraverso un apposito portale, intende avvicinare l’Europa a tutti i possibili fruitori di bandi e servizi, con un’informazione sul POR puntuale, chiara e diretta.

I lavori della Summer School proseguiranno fino al 29 Luglio nel segno della conoscenza, della condivisione e della bellezza.