Lun 6 Dic 2021
spot_img
HomeRUBRICHEVitambienteBollo auto ibride: la Calabria non...

Bollo auto ibride: la Calabria non opta per l’esenzione

di Mariafederica Martire

Arrivate oramai da qualche anno sul mercato mondiale automobilistico e acquistate finalmente anche dai consumatori medi, le auto ibride rappresentano la vera svolta ecologica del futuro, insieme alle auto elettriche.

Si tratta di un prodotto dal costo certamente elevato e non adatto alla tasca di tutti gli acquirenti, che il Governo sta cercando di incentivare attraverso la fruizione di bonus con cui ridurre direttamente il prezzo finale calcolato dalla concessionaria in sede di acquisto.

Molte Regioni hanno deciso di seguire la scia del Governo, promuovendo azioni che incentivino l’acquisto di auto ibride o elettriche. La scelta fatta ha previsto, in moltissimi casi, un abbattimento totale del bollo auto per i primi tre anni dall’acquisto. 

In tal senso, una nota dolente è purtroppo rappresentata dalla Regione Calabria la quale applica normalmente la tassa sull’automobile fin dal primo anno di acquisto di auto ibride in base alla classe di potenza dell’automobile, mentre concede l’esenzione per i primi cinque anni dall’acquisto di auto elettriche. 

Una scelta, quest’ultima, in parte non condivisa, data la scarsa diffusione delle auto elettriche a causa sia del costo elevato, che delle prestazioni della batteria non ancora al pari dei motori tradizionali e per la difficoltà di reperire colonnine di ricarica al di fuori del contesto urbano.

Pur promuovendo un passaggio totale ai motori elettrici e auspicando un più rapido abbandono dei motori diesel di vecchia e nuova generazione, non rimane che augurarci che le prossime scelte finanziarie porteranno la nostra regione ad una valutazione in linea con quella delle altre regioni italiane, riducendo del tutto il bollo auto sull’acquisto di nuove auto ibride.