Ven 17 Set 2021

sibarinet

Home Politica Cosenza, Del Giudice chiede al sindaco...

Cosenza, Del Giudice chiede al sindaco di diffidare la Figc

“Quello che sta accadendo in questi giorni nel calcio italiano è l’ennesima grottesca baggianata degli organi federali. Il Chievo Verona, che ha evaso IVA ed altri tributi per anni, falsando quindi anche i campionati ai quali ha partecipato (quei soldi sono stati investiti in giocatori e stipendi) è ancora “in ballo” per restare in serie B grazie ad una FIGC, soprattutto nella persona del suo presidente Gravina, che pur avendo vinto contro i clivensi davanti al Collegio di garanzia del CONI, dice di voler aspettare le motivazioni (da quando un vincente causa aspetta le motivazioni?) nonché la sentenza del TAR del Lazio al quale si è rivolta la società veronese”.

Ad affermarlo è Sergio Del Giudice, consigliere comunale di Cosenza.

“Tutto ciò a danno di un Cosenza che, seppur retrocesso meritatamente sul campo, merita l’immediata riammissione in B ai danni dello stesso Chievo che meriterebbe di partire da un campionato non superiore alla serie D. Diciotto anni fa, per cose molto meno gravi, proprio il Cosenza fu fatto sparire dal calcio che conta per favorire la Fiorentina (che fece addirittura un doppio salto in avanti, dopo le malefatte di Cecchi Gori che la portarono in C)”, aggiunge.

“In qualità di Consigliere Comunale chiedo al Sindaco Occhiuto ed alla giunta tutta nonché allo stesso presidente Guarascio ed ai suoi legali di presentare formale diffida alla FIGC ed al suo presidente Gravina al fine di predisporre l’immediata riammissione del Cosenza Calcio al campionato di Serie B. Chiedo, inoltre, ai nostri parlamentari di far sentire forte la propria voce nelle sedi opportune, anche con eventuali interrogazioni parlamentari”.