Mar 21 Set 2021

sibarinet

Home Attualità Spettacolo Allevi a Cirella emoziona ed incanta....

Allevi a Cirella emoziona ed incanta. Successo per la rassegna Exit

Giovanni Allevi ha emozionato. Il suo ultimo concerto, ai Ruderi di Cirella, ha incantato letteralmente il pubblico accorso per l’evento organizzato all’interno di “Exit Deviazioni in arte e musica”, la rassegna promossa da Piano B che coniuga lo spettacolo dal vivo alla valorizzazione del territorio. “EXIT” ha negli anni proposto spettacoli capaci di offrire nuove vie di fuga, un’evasione possibile attraverso le più diverse forme stilistiche invitando ad osservare gli eventi da un altro punto di vista, provare a vivere secondo un altro ritmo ed un altra dimensione.
Scenario di questa quarta edizione è stato dunque il Teatro dei Ruderi di Cirella a Diamante, immerso nella meravigliosa area costiera denominata “Riviera dei Cedri”; un luogo perfetto per trascorrere una giornata alla scoperta del bello – storico e naturale – da contemplare ed ammirare.
L’estro ed il carisma del M° Giovanni Allevi hanno poi fatto il resto. Un concerto suggestivo, raffinato ed emozionante quello proposto dall’enfant terrible della musica classica contemporanea, capace di stregare con le sue note milioni di giovani che, affascinati dal suo esempio, si avvicinano alla musica colta e all’arte  creativa della composizione. Un grande talento ed un look fuori dai canoni tradizionali: jeans, t- shirt e scarpe da ginnastica sono la sua cifra stilistica e l’essential con cui incontra il suo pubblico. “Il Maestro Allevi inserisce in apertura l’ultimo singolo di successo “Kiss me again” scritto durante lo scorso lockdown. Un abbraccio intimo e pieno di speranza per un nuovo inizio dedicato al pubblico calabrese. La successione delle composizioni dell’artista diventa un flusso di emozioni in cui tornano alla memoria anche i brani che gli hanno garantito un successo internazionale da “Come sei veramente” scelta dal regista Spike Lee, a “Back to life” suonata da giovani pianisti in tutto il mondo. E poi ancora il primo brano mai scritto dal compositore Giovanni Allevi, “Japan”. Una sorta di “previsione artistica” nei confronti del Paese del Sol Levante, dove ormai Allevi è di casa dopo le numerose tournée. Molti dei brani del compositore sono suscitati da esperienze vissute proprio come “No more tears”, uno dei brani più toccanti e con una tecnica virtuosistica di tipo Bachiano. In più occasioni il compositore ricorda frammenti di vita che hanno determinato l’ispirazione come il brano “Helena” o “Ti scrivo”…momenti che il Maestro Giovanni Allevi da artista, filosofo e scrittore quale è, riesce a trasfigurare attraverso le sue note e i suoi libri in una forma poetica e contemporanea.

Allevi ai Ruderi

Il concerto si snoda dunque attraverso un racconto fatto di note colorate, carezzevoli ed emozionanti, come nell’ Orologio degli dei o Helena, ma non mancano momenti energizzanti in cui il pianista Allevi mostra una tecnica invidiabile e virtuosistica come in Qui Danza, Downtown, Prendimi. Il concerto si conclude con dispiacere come quando si deve tornare a casa dopo un bel viaggio, una bella vacanza…il pubblico starebbe a sentire ancora per ore. L’artista concede generosamente due bis tra l’entusiasmo ed il sorriso del pubblico.
Ancora una volta, Piano B propone qualità e artistico stupore, grazie al privilegio di poter condividere insieme al pubblico ed agli artisti la passione per la narrazione in tutte le sue forme e il fermento che produce la cultura. Exit, è ancora una volta il giusto contenitore da cui estrarre insieme la meraviglia ed il divertimento, con creatività, energia e condivisione.